La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

Accordi interistituzionali Erasmus+

Erasmus+” è il programma comunitario (Erasmus+ Programme) che, dall’a.a. 2014-2015 sino all’a.a. 2020-2021, integra i 7 programmi precedenti - Lifelong Learning Programme (Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius and Grundtvig), Youth in Action, Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink, ICI -  in tre azioni chiavi  dedicate, rispettivamente, alla mobilità individuale ai fini dell'apprendimento (Azione chiave 1), alla cooperazione per l'innovazione e lo scambio di buone prassi (Azione chiave 2), a sostegno alla riforma delle politiche (Azione chiave 3).
Per informazioni visitare il sito dell'Agenzia Esecutiva della Commissione Europea EACEA e quello dell'Agenzia Nazionale Erasmus+.

La realizzazione delle attività di mobilità Erasmus+ per l'Azione chiave 1 richiede la stipula di accordi interistituzionali Erasmus+.

L'accordo interistituzionale Erasmus+

L'accordo Erasmus+ deve essere siglato tra istituti universitari titolari della Erasmus Charter for Higher education (selezioni ECHE) e descrive le attività di mobilità che si intendono realizzare, indicando il numero degli studenti, docenti e/o amministrativi, le aree disciplinari (Isced Toolscodici ISCED), la durata, i contatti istituzionali ed altre informazioni da fornire obbligatoriamente come parte integrante dell’accordo secondo il modello proposto dall'EACEA, oppure in una distinta sezione.

Per Sapienza Università di Roma (codice istituzionale: I ROMA01, ECHE: 29415-EPP-1-2014-1-IT-EPPKA3-ECHE, Participant Identification Code (PIC number): 999987745, Erasmus Policy Statement 2014-2020) i contatti da inserire nell’accordo sono quelli del coordinatore istituzionale Erasmus e prorettore alle Reti Universitarie Europee, Prof. Luciano Saso, quelli dei responsabili Erasmus di Facoltà (referenti accademici e amministrativi) e dei promotori dello scambio di mobilità per area disciplinare. Per le informazioni obbligatorie da includere nell’accordo consultare l'Infosheet istituzionale. Le attività oggetto dell'accordo devono essere pianificate e concordate con l'istituzione partner prescelta titolare di una Erasmus Charter for Higher Education (selezioni ECHEin anticipo (per esempio nel 2018-2019) rispetto al periodo di attuazione (per esempio nel 2017-2018).

Per Sapienza possono essere promotori di un accordo Erasmus+ i professori ordinari, i professori associati, i ricercatori e i professori a contratto.

Accordo interistituzionale Erasmus+ per la mobilità per motivi di studio (SMS)

La mobilità per motivi di studio (SMS)  ha l'obiettivo di: consentire agli studenti di trarre profitto da un punto di vista didattico, linguistico e culturale
dall'esperienza di apprendimento in altri paesi europei; promuovere la cooperazione fra Istituti e arricchire l’ambito didattico degli istituti ospitanti; contribuire a formare giovani qualificati, con una mentalità aperta ed un’esperienza internazionale.

Pertanto, prima della formulazione di una proposta di mobilità per area disciplinare (codici ISCED, Isced Tools), il docente interessato alla promozione deve verificare attentamente le opportunità di studio disponibili presso l'istituzione prescelta titolare di una Erasmus Charter for Higher Education (selezioni ECHE). Verifica necessaria per assicurare agli studenti Erasmus il riconoscimento completo dei crediti ottenuti in Erasmus per le attività  preventivamente approvate mediante la sottoscrizione del Learning Agreement.

La mobilità indicata negli accordi stipulati verrà offerta agli studenti della struttura di appartenenza del docente promotore, mediante apposite procedure selettive gestite a livello di facoltà dagli uffici Erasmus di riferimento. Pertanto, per informazioni sulla procedura di stipula contattare l'ufficio Erasmus di Facoltà.  

Accordo interistituzionale Erasmus+ per insegnamento (STA)

L'accordo Erasmus+ può contenere anche la proposta di una mobilità docenti finalizzata all'insegnamento, mobilità che si propone di: incoraggiare gli istituti di istruzione superiore ad ampliare e arricchire la portata e i contenuti dei corsi offerti; permettere agli studenti che non hanno la possibilità di partecipare a un programma di
mobilità, di beneficiare delle conoscenze e delle competenze del personale accademico di altri istituti di istruzione superiore e del personale proveniente dalle imprese di altri paesi europei; promuovere lo scambio di esperienze e know-how sui metodi pedagogici; l’attività didattica dovrà essere integrata nei programmi dell’Istituto ospitante.

Contatti

  • Area per l'Internazionalizzazione

    Settore Erasmus

    Capo settore
    Tiziana De Matteis

    Mail
    erasmus sapienza

    Referenti amministrativi Erasmus di Facoltà
    RAEF
    Referenti scientifici Erasmus di Facoltà
    RSEF

Sede

  • Città universitaria
    Palazzina Tumminelli (CU007)
    Secondo piano
    Ingresso da
    Viale dell'Università, 36