La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

Borse per scuole di specializzazione

A partire dall' 8 febbraio 2016 tutti i bandi  sono disponibili sul nuovo Portale Amministrazione Trasparente di Sapienza Università di Roma.

Accedi al Portale Amministrazione Trasparente

 

AVVISO: il Senato accademico nella seduta dell'11 ottobre 2016 ha approvato la ripartizione delle borse di studio alle scuole di specializzazione di area patrimonio culturale, area legale, area psicologica e area non sanitaria. Vai alla tabella riepilogativa delle borse assegnate

La Sapienza mette a disposizione delle borse di studio per la frequenza di Scuole di Specializzazione non mediche e mediche non a normativa UE conferite ai sensi della L. 398/89 (Area sanitaria non medica, area odontoiatrica, area tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale, area delle professioni legali).

Vai all’elenco delle scuole di specializzazione

Le borse di studio hanno un importo annuo di € 6.715,00, sono destinate agli specializzandi, cittadini italiani o stranieri, immatricolati ad una scuola di specializzazione non mediche o mediche non a normativa UE, che risultino collocati in posizione utile nella graduatoria di accesso alla scuola, essere regolarmente immatricolati ed in possesso di un reddito personale complessivo annuo lordo non superiore a € 7.750,00, riferito all’anno solare di maggior fruizione. (Alla determinazione del limite concorrono redditi di origine patrimoniale nonché emolumenti di qualsiasi altra natura aventi carattere ricorrente, con esclusione di quelli aventi natura occasionale).

Il numero delle borse di studio assegnate alle singole Scuole di specializzazione è stabilito dal Senato Accademico in base alla disponibilità finanziaria. E’ comunque garantita una borsa per scuola.

Le borse di studio sono esenti dall’imposta sui redditi delle persone fisiche, ai sensi della Legge 476/84 art. 4, e non danno luogo a trattamenti previdenziali né a valutazioni ai fini di carriere giuridiche ed economiche, né a riconoscimenti automatici ai fini previdenziali.

Le borse di studio per la frequenza delle scuole di specializzazione non possono essere cumulate con altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite, tranne che con quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare, con soggiorno all’estero, l’attività di formazione o di ricerca dei borsisti (art. 6 comma1 della legge 398/89).

Chi ha già usufruito di una borsa di studio non può usufruirne una seconda volta allo stesso titolo (art. 6 comma 2 della legge 398/89).

 Ai borsisti non possono essere affidate attività didattiche.

 

 

 

Contatti

  • Area Offerta Formativa e Diritto allo Studio
    Settore Diritto allo Studio

    Responsabile
    Stefano Gozzi

    Referente
    Paola Bocci
    dirittoallostudio

    PEC
    per invio istanze e 
    documenti ufficiali
    pec diritto allo studio

    Apertura al pubblico
    lunedì, mercoledì, venerdì
    dalle 08.30 alle 12.00
    martedì, giovedì
    dalle 14.30 alle 16.30

Sede

  • Piazzale Aldo Moro, 5
    00185 - Roma
    Palazzo Servizi generali
    Scala C – II piano