La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

Esenzioni per studenti meritevoli e riduzioni per chi ha un fratello o sorella già iscritto/a

Art. 16 - Esenzioni per studenti meritevoli e riduzioni per chi ha un fratello o sorella già iscritto/a

1.   L’esenzione per studenti meritevoli è riservata agli studenti dei corsi di laurea triennale e magistrale a ciclo unico che conseguono la maturità con il massimo dei voti nell’anno di immatricolazione alla Sapienza. L’esenzione non è prevista per chi si iscrive ai corsi di laurea magistrale di durata biennale. Chi fruisce dell’esenzione per studente meritevole è comunque tenuto al versamento di 30.00 euro (non rimborsabili), dell’imposta di bollo di 16.00 euro e della tassa regionale.

L’esenzione può essere mantenuta per tutta la durata del Corso di studio solo se lo studente rispetta i requisiti indicati al successivo comma 2.

2.   Con riferimento ai requisiti necessari per ottenere l’esenzione si precisa che:

  • tutti i crediti (non solo quelli che concorrono all’ottenimento dell’esenzione) devono essere conseguiti con una votazione media di 28/30 e nessun voto inferiore al 27;
  • la media dei voti si intende aritmetica;
  • per la determinazione del merito possono essere considerati anche i crediti previsti dal Manifesto del proprio Corso di studio che invece della votazione in trentesimi sono valutati con “idoneo/non idoneo”. Nota bene: le idoneità e gli esami di profitto devono risultare verbalizzati attraverso il sistema informativo Infostud. Non potranno essere considerate valide quelle idoneità e/o esoneri che – in alcuni Corsi di studio – sono prove in itinere non verbalizzate che concorrono al superamento di un esame ma non vengono verbalizzate sul sistema informativo;
  • sono esclusi dall’ottenimento di tale beneficio gli studenti che sono stati respinti alle prove d’esame;

Il corso di laurea di classe L-23 “Ingegneria per l'edilizia e il territorio” non prevede il conseguimento di almeno 15 crediti entro il primo semestre, pertanto gli studenti iscritti a tale corso, ai fini del conseguimento dei crediti necessari all’agevolazione per studente meritevole, seguono le indicazioni destinate agli studenti iscritti a corsi di durata annuale.

3.   Requisiti per gli studenti che si immatricolano nell’a.a. 2015-2016 (i crediti previsti per l’ottenimento del beneficio devono essere conseguiti come descritto al precedente comma 2).

Requisiti per l'esenzione della prima rata:

  • aver conseguito la maturità con una votazione pari a 100 o 100 e lode a conclusione dell’anno scolastico 2014-2015.

Requisiti per l'esenzione della seconda rata:

  • aver ottenuto l’esenzione della prima rata come studente meritevole;
  • (per gli studenti immatricolati a corsi con esami semestrali) aver conseguito entro il 29 febbraio 2016 almeno 15 crediti. Tali studenti dovranno andare presso la loro Segreteria amministrativa prima della scadenza prevista per il pagamento della seconda rata e dovranno chiedere la verifica dei crediti acquisiti. Se la verifica darà esito positivo, la Segreteria annullerà il bollettino di seconda rata;
  • (per gli studenti immatricolati a corsi con esami annuali) aver conseguito entro il 29 giugno 2016 almeno 30 crediti. Tali studenti dovranno pagare la seconda rata entro il 30 marzo 2016 e potranno eventualmente chiedere il rimborso presso la Segreteria amministrativa. Tale procedura è necessaria perché in assenza del pagamento il sistema Infostud non consentirebbe la prenotazione agli esami per gli appelli successivi al 31 marzo.

4.   Requisiti per gli studenti iscritti ad anni successivi al primo (tutti i crediti, sia per la prima che per la seconda rata, devono essere conseguiti come descritto precedente comma 2).

Requisiti per l'esenzione della prima rata:

  • aver ottenuto l'esenzione come studente meritevole (per la prima e per la seconda rata) nell'anno accademico precedente;
  • aver conseguito entro il 31 ottobre 2015 tutti i crediti relativi all'anno precedente, previsti dal proprio ordinamento.

Requisiti per l'esenzione della seconda rata:

  • aver ottenuto l’esenzione per la prima rata come studente meritevole;
  • (per gli studenti iscritti a corsi con esami semestrali) aver conseguito entro il 29 febbraio 2016 tutti i crediti previsti dal proprio ordinamento per l’anno accademico precedente, più almeno 15 cfu. Tali studenti dovranno andare presso la loro Segreteria amministrativa prima della scadenza prevista per il pagamento della seconda rata e dovranno chiedere la verifica dei crediti acquisiti: se la verifica darà esito positivo, la Segreteria annullerà il bollettino di seconda rata;
  • (per gli studenti iscritti a corsi con esami annuali) aver conseguito entro il 29 giugno 2016 tutti i crediti previsti dal proprio ordinamento per l’anno accademico precedente, più almeno 30 cfu. Tali studenti dovranno pagare la seconda rata entro il 30 marzo 2016 e potranno eventualmente chiedere il rimborso presso la Segreteria amministrativa. Tale procedura è necessaria perché in assenza del pagamento il sistema Infostud non consentirebbe la prenotazione agli esami per gli appelli successivi al 31 marzo.

5.   Per stampare il bollettino di pagamento di prima rata con l’esenzione per studente meritevole è necessario seguire le istruzioni pubblicate alla pagina web http://www.uniroma1.it/didattica/infostud/esenzione-studente-meritevole;

6.   Chi effettua un passaggio di corso o un cambio di ordinamento perde la possibilità di usufruire dell’esenzione come studente meritevole.

7.   L’esenzione per studenti meritevoli è stata deliberata nella seduta del Consiglio di Amministrazione del 15.09.2009 e nella seduta del Senato Accademico del 23.09.2009. Nella seduta del Consiglio di Amministrazione del 28 settembre 2010 sono state deliberate le norme per gli studenti meritevoli iscritti ad anni successivi al primo. L’esenzione per gli studenti meritevoli è stata introdotta a partire dall’a.a. 2009-2010: non può essere considerata retroattiva e si applica solo a quegli studenti che si sono diplomati nell’anno scolastico immediatamente precedente all’anno accademico di immatricolazione (es. potranno usufruire dell’esenzione gli immatricolati nell’a.a. 2015-2016 coloro che hanno conseguito il diploma di maturità nell’anno scolastico 2014-2015).

8.  Bonus fratelli-sorelle

Il bonus fratelli-sorelle è una riduzione dell’importo delle tasse universitarie per gli studenti che hanno un fratello/sorella già iscritto/a alla Sapienza.
La riduzione si applica in proporzione all’Isee per le prestazioni per il diritto allo studio universitario dichiarato anche negli anni accademici successivi, previo mantenimento dei requisiti di merito richiesti, anche nel caso in cui il fratello, dichiarato come requisito di partecipazione, non sia più iscritto alla Sapienza.

Il bonus viene concesso in base alle seguenti specifiche:

  • Studenti con Isee per le prestazioni per il diritto allo studio universitario inferiore o pari a €40.000: 30% di riduzione sull’importo delle tasse
  • Studenti con Isee per le prestazioni per il diritto allo studio universitario superiore a €40.000: 20% di riduzione sull’importo delle tasse.

I requisiti per presentare la richiesta sono:

  • essere immatricolati o iscritti per l’anno accademico 2015/2016 ad un corso di laurea, laurea magistrale o a ciclo unico a un anno di corso che va dal 1° in corso fino al 1° anno fuori corso o ripetente;
  • avere un fratello/sorella iscritto o immatricolato alla Sapienza in regola con il pagamento delle tasse per l’anno accademico 2015-2016 e che non sia stato beneficiario del bonus nel precedente anno accademico;
  • appartenere al medesimo stato di famiglia del fratello/sorella già iscritti e pertanto avere la stessa residenza anagrafica;
  • avere lo stesso Isee per le prestazioni per il diritto allo studio universitario del fratello/sorella dichiarato come requisito.

La richiesta deve essere inserita online sul sistema Infostud entro il 15.03.2016, e la riduzione viene applicata prima della scadenza dei termini di pagamento della II rata (marzo 2016).

Il richiedente riceverà una mail di conferma o di rifiuto dopo le opportune verifiche sui dati autocertificati prima della scadenza dei termini di pagamento della seconda rata.

Si precisa che è necessario che entrambi i fratelli/sorelle inseriscano su Infostud i dati riferiti alla residenza e all’Isee per le prestazioni per il diritto allo studio universitario (importo e numero di protocollo) esattamente uguali rispettando gli spazi, maiuscole e minuscole, trattini, ecc.

L’importo Isee per le prestazioni per il diritto allo studio universitario dichiarato deve essere identico a quello calcolato (non deve essere arrotondato, né per eccesso né per difetto).

Coloro che dichiarano un Isee per le prestazioni per il diritto allo studio universitario relativo a redditi di un anno fiscale diverso da quello indicato dal Manifesto, o che dopo gli opportuni controlli risultino aver dichiarato un Isee non veritiero, non acquisiscono il beneficio (anche se il valore dichiarato è superiore a quello reale).

E’ possibile richiedere il bonus anche se:

  • lo studente decide di non dichiarare il proprio Isee per le prestazioni per il diritto allo studio universitario inserendo su Infostud la voce “non dichiaro”;
  • lo studente usufruisce già dell’esonero delle tasse per lo stesso anno accademico a vario titolo;
  • 3 o più fratelli si iscrivono per l’anno accademico in corso: in tal caso possono presentare la domanda di bonus tutti tranne uno;
  • lo studente è stato beneficiario di bonus per l’a.a. precedente e si è laureato. Tale studente ha la possibilità di presentare una nuova domanda se in possesso dei requisiti necessari.

Non può richiedere il bonus:

  • lo studente iscritto al tempo parziale
  • lo studente iscritto per l’anno accademico 2015/2016 ad un corso di laurea, laurea magistrale o a ciclo unico a un anno di corso che va dal 2° anno fuori corso in poi.
  • lo studente che era stato indicato come requisito dal fratello che ha beneficiato del bonus nell’anno accademico 2014/2015 e non è riuscito a rinnovarlo per l’a.a. 2015/2016;
  • lo studente che ha già beneficiario di bonus nell’arco della stessa carriera universitaria e non ha maturato i requisiti per rinnovarlo.

Gli studenti che fanno richiesta di bonus nell’a.a. 2015-2016, e si laureano entro il 31 marzo 2016, che non pagano la seconda rata non potranno usufruire del bonus fratelli-sorelle in quanto lo sconto viene calcolato sul totale (I e II rata) e applicato alla II rata, che in tal caso non viene corrisposta.

9. Rinnovo e mantenimento del bonus fratelli-sorelle

Il bonus fratelli-sorelle è mantenuto dai beneficiari al massimo fino al 1° anno fuori corso (incluse le ripetenze intermedie) e comunque per un numero massimo di anni pari alla durata legale del proprio Corso di studio più un ulteriore anno accademico.
Nello specifico il periodo massimo di fruizione del beneficio è calcolato in termini annuali, pertanto lo studente iscritto ad un corso di laurea può fruire del beneficio per un massimo di 3 anni + 1, se iscritto ad una magistrale 2 anni + 1, se iscritto ad una magistrale a ciclo unico 5 anni + 1 o 6 anni + 1.

Analogamente lo stesso periodo sarà assicurato ai ripetenti, per i quali gli anni di ripetenza sono inclusi nel conteggio totale: per esempio uno studente iscritto ad un corso di laurea, ripetente al 1° anno, potrà fruire del beneficio per un totale di 4 anni, nei quali sono conteggiati anche gli anni di ripetenza.
Gli studenti che hanno beneficiato del bonus nell’a.a. 2014/2015 manterranno il beneficio per l’a.a. 2015/2016 se avranno conseguito, entro il 31 gennaio 2016, tutti gli esami/crediti previsti dal Manifesto del proprio Corso di studio per l’anno di corso a cui erano iscritti nell’a.a. 2014/2015. Per gli studenti iscritti ai corsi di laurea con esami annuali, (ad esempio la laurea magistrale in Giurisprudenza) il termine per il superamento di tutti gli esami/crediti per il mantenimento del bonus fratelli-sorelle per l'anno accademico 2015/2016 è fissato al 21 marzo 2016.

Le idoneità e gli esoneri non verbalizzati non possono essere conteggiati come esami/crediti sostenuti.

Per ottenere il rinnovo lo studente deve recarsi presso la Segreteria amministrativa di appartenenza prima della scadenza prevista per il pagamento della II rata e chiedere la verifica dei crediti acquisiti. Se la verifica darà esito positivo, la Segreteria confermerà il rinnovo del bonus per l’anno accademico in corso (anno accademico 2015/2016).

Non può rinnovare il bonus:

  • lo studente che alla data di scadenza prevista non ha conseguito tutti gli esami/crediti previsti dal Manifesto del proprio corso di studio per l’anno accademico precedente;
  • lo studente destinatario del bonus che effettua un passaggio ad altro corso di laurea e non possiede i requisiti previsti per il rinnovo
  • lo studente beneficiario del bonus nell’anno accademico precedente che si è laureato e quindi ha terminato la sua carriera (se possiede ancora tutti i requisiti richiesti e si iscrive ad un nuovo corso di studi ha però la possibilità di presentare una nuova domanda)
  • lo studente che si laurea entro il 30 marzo 2016 e non paga la II rata. In tal caso il bonus non può essere rinnovato in quanto calcolato sul totale delle tasse (I e II rata) e applicato alla II rata.