Organizzazione della Sicurezza dei Centri di Spesa - P001_C

Procedura di Formalizzazione dell'Organizzazione della Sicurezza per le Unità Produttive (Facoltà, Dipartimenti, Centri, Aree)

Per ogni Unità Produttiva, come definita dall'art. 2 del D.R. 1457/2015, il Datore di Lavoro, coadiuvato dal Referente Locale per la sicurezza, è tenuto a formalizzare l'Organizzazione della Sicurezza, e in particolare:

  • Organigramma per la Salute e Sicurezza dell'Unità Produttiva (Facoltà, Dipartimento, Centro, Area dell'Amministrazione Centrale)

  • Elenco Lavoratori ed equiparati ai fini della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

  • Individuazione/Designazione delle Figure chiave per la Sicurezza

I pertinenti modelli sono disponibili all'interno della presente pagina.


ISTRUZIONI PER FORMALIZZARE L'ORGANIZZAZIONE DELLE UNITA' PRODUTTIVE

Il Datore di Lavoro provvede, coadiuvato dal Referente Locale per la sicurezza, nell’ordine, alle seguenti formalizzazioni.

Designazione RSPP, ASPP e Nomina Medico Competente

Il Datore di Lavoro dovrà procedere, tempestivamente, a seguito della propria nomina a Preside/Direttore, alle seguenti attività:

  1. Designazione del RSPP e dell'ASPP, secondo le istruzioni riportate nella pagina dedicata;

  2. Nomina del Medico Competente (MC), secondo le istruzioni riportate nella pagina dedicata;

Organigramma della Sicurezza ed Elenco Lavoratori ed Equiparati

Ai fini della corretta definizione dell’Organizzazione della Sicurezza dell’Unità Produttiva, il Datore di Lavoro dovrà procedere alle seguenti attività:

  1. Redazione e aggiornamento continuo dell'Organigramma della Sicurezza dell'Unità Produttiva, avendo cura di tenere agli atti ogni versione precedente;

  2. Aggiornamento periodico dell'Elenco Lavoratori ed Equiparati ai fini della Salute e Sicurezza sul Lavoro, avendo cura di tenere agli atti ogni versione precedente;

Di seguito la modulistica da utilizzare:

Designazione Referente Locale e individuazione Dirigenti e Preposti

Ai fini della corretta definizione dell’Organizzazione della Sicurezza dell’unità Produttiva, è necessario che il Datore di Lavoro dovrà procedere alle seguenti attività:

  1. Designazione del/dei Referente/i Locali della Sicurezza, come definiti all'art. 2 del D.R. 1457/2015, il cui numero viene stabilito liberamente dal Datore di Lavoro, a seconda delle necessità operative. Si consiglia un massimo di un Referente Locale per edificio. È possibile nominare un unico Referente Locale per più edifici.

  2. Individuazione di Dirigenti e Preposti come definiti all'art. 2 del D.R. 1457/2015.

Di seguito sono riportati i modelli da utilizzare.

Modelli Amministrazione Centrale:

Modelli per i Dipartimenti, Facoltà e Centri

Designazione del personale addetto alla gestione delle emergenze (ASEI, APSA, ADA e CPE)

Figure chiave da designare:

  • Addetti alla Squadra di Emergenza Interna - ASEI, dando priorità al personale che abbia già ricevuto l'idoneità e/o la formazione prevista (elenco disponibile al seguente link)

  • Addetti al Primo Soccorso - APSA, dando priorità al personale che abbia già ricevuto l'idoneità e/o la formazione prevista (elenco disponibile al seguente link)

  • Addetti assistenza persone Diversamente Abili - ADA, nel numero di due addetti per ogni dipendente avente disabilità motorie, ed uno per ogni dipendente avente disabilità sensoriali

  • Coordinatore del Piano di Emergenza - CPE (adempimento esclusivo del Datore di Lavoro Prevalente come definito all'art. 17 comma 3 del DR 1457/2015, ovvero il Datore di Lavoro che risulti avere in un edificio il maggior numero di persone insistenti, rispetto alle altre Unità Produttive eventualmente presenti nello stesso edificio).

Le designazioni degli addetti alla gestione delle emergenze potranno essere rifiutate solo a motivo di impedimenti attestati da idonea documentazione medica.

La designazione degli Addetti assistenza persone Diversamente Abili – ADA avviene sentiti i Diversamente Abili interessati.

 

ATTENZIONE!!

In caso di sostituzione del Datore di Lavoro, il nuovo Datore di Lavoro subentrante può anche decidere di ratificare tutte le nomine già effettuate dal suo predecessore, tramite un unico documento che richiami i protocolli delle designazioni già esistenti. Tale documento deve essere diffuso a tutti gli interessati.

 

Modalità di designazione

La designazione deve avvenire secondo la seguente modalità:

  1. Effettuare la Consultazione dei RLS, tramite il modulo sotto riportato;

  2. Contemporaneamente alla consultazione degli RLS, richiedere al Centro di Medicina Occupazionale (CMO) l’idoneità dei nominandi al ruolo di ASEI, APSA e CPE, tramite il modulo sotto riportato;

  3. Trascorso il termine indicato nel modulo di cui al punto 1) procedere alle designazioni compilando debitamente i modelli predisposti sotto elencati. In caso di formulazione, da parte del Centro di Medicina Occupazionale (CMO), di una inidoneità permanente al ruolo, la designazione è da ritenersi decaduta.

Modulo per la consultazione dei RLS:

Modulo per la richiesta di idoneità al CMO:

Modulo di Designazione per l'Amministrazione Centrale:

Modulo di Designazione per i Dipartimenti, Facoltà e Centri

Il personale individuato/designato sarà inserito nei percorsi formativi necessari.

L’organizzazione così formalizzata, gli organigrammi, le individuazioni e designazioni, non necessitano di essere sottoposte al Consiglio di Dipartimento, ma è facoltà del Datore di Lavoro richiedere una ratifica delle designazioni a tale organo istituzionale.

Per lo svolgimento di tutte le attività di cui i Datori di Lavoro possono richiedere l’assistenza del proprio Servizio di Prevenzione e Protezione.


P001_C rev 07 del  26.09.2023

 

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002