Art. 16 - STUDENTI CON TITOLO DI STUDIO ESTERO

 

1.   Cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti all'estero con titolo di studio estero. Tali cittadini hanno una riserva di posti definita “quota/contingente”.

Procedure per l'ingresso, il soggiorno e l’immatricolazione. I cittadini Extra UE regolarmente soggiornanti all'estero, in possesso di un titolo di studio estero, che intendono immatricolarsi a corsi di laurea, laurea magistrale a ciclo unico/percorso unitario, laurea magistrale biennale,  devono presentare obbligatoriamente domanda di preiscrizione attraverso la piattaforma Universitaly https://www.universitaly.it,  e seguire le procedure per l'ingresso, il soggiorno e l'immatricolazione degli studenti internazionali ai corsi di formazione superiore in Italia per l'anno accademico 2020/2021 indicate nelle disposizioni Mur, consultabile al seguente link: https://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/ . Le procedure di rilascio visti dovranno essere concluse entro il 30 novembre 2020,  fatta salva differente futura indicazione riportata al link:  https://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/.

2.    Cittadini italiani, comunitari ovunque residenti; cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia con titolo di studio estero.

I cittadini italiani, i comunitari ovunque residenti e gli extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia, di cui alla legge 189 del 30/07/2002, in possesso di un titolo di studio estero, accedono ai corsi di laurea o laurea magistrale senza limiti di contingente.

3.    Modalità di accesso ai corsi di studio. Per immatricolarsi è necessario partecipare alla specifica prova di ingresso del Corso di studio prescelto attenendosi alle scadenze e alle procedure indicate dai singoli bandi consultabili nel catalogo dei corsi https://corsidilaurea.uniroma1.it/, sulla pagina di ciascun corso di studio alla voce “Iscriversi”. Sia per partecipare alla prova di ingresso che per immatricolarsi è necessario registrarsi al Sistema Infostud https://www.studenti.uniroma1.it/phoenixreg/#/ e ottenere il proprio numero di matricola.

4.    Documenti per l’immatricolazione. Lo studente si dovrà presentare al Settore Hello – Foreign Students (Città Universitaria – Palazzo dei Servizi Generali – Scala C – II piano), munito di numero di matricola e dei seguenti documenti:

Se immatricolando a un corso di laurea o laurea magistrale a ciclo unico o a percorso unitario

       a.    Originale e copia di un documento di identità in corso di validità (per tutti);

       b.    originale e copia del visto di ingresso per studio “Immatricolazione università” rilasciato dalla  Rappresentanza Italiana di ultima residenza, con originale e copia della ricevuta di presentazione della richiesta di permesso di soggiorno e originale del Modulo A (per i candidati extra UE che hanno presentato domanda di iscrizione tramite rappresentanza italiana);

c.    originale e copia del permesso di soggiorno (solo per studenti extra UE regolarmente soggiornanti in Italia ed esclusivamente in caso di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, per lavoro sia subordinato che autonomo, per motivi familiari, per asilo, per protezione sussidiaria o per motivi religiosi, mentre in caso di permesso di soggiorno per motivi di studio in corso di validità, solo per studenti immatricolati nei precedenti anni accademici ad un corso di laurea o di laurea magistrale presso un Ateneo italiano che abbiano conseguito il titolo italiano nell’anno accademico precedente oppure che abbiano chiesto il trasferimento da altro ateneo italiano);

d.    originale e copia del diploma di scuola secondaria tradotto in italiano, legalizzato e con dichiarazione di valore rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica italiana (Ambasciata o Consolato) del paese a cui appartiene l’ordinamento dell’Istituto che ha rilasciato il titolo di studio. Tale titolo di studio deve essere stato conseguito al termine di un periodo non inferiore a 12 anni di scolarità e consentire l’ammissione, nel Paese in cui è stato conseguito, agli studi universitari ed a corso simile a quello scelto.

Se immatricolando a un corso di laurea magistrale di durata biennale

       a.    Originale e copia di un documento di identità in corso di validità (per tutti);

b.    originale e copia del visto di ingresso per studio “Immatricolazione università” rilasciato dalla Rappresentanza Italiana di ultima residenza, con originale e copia della ricevuta di presentazione della richiesta di permesso di soggiorno e originale del Modulo A (per i candidati extra UE che hanno presentato domanda di iscrizione tramite rappresentanza italiana ed esclusivamente in caso di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, per lavoro sia subordinato che autonomo, per motivi familiari, per asilo, per protezione sussidiaria o per motivi religiosi, mentre in caso di permesso di soggiorno per motivi di studio in corso di validità, solo per studenti immatricolati nei precedenti anni accademici ad un corso di laurea o di laurea magistrale presso un Ateneo italiano che abbiano conseguito il titolo italiano nell’anno accademico precedente oppure che abbiano chiesto il trasferimento da altro ateneo italiano);

c.    originale e copia del permesso di soggiorno (solo per studenti extra UE regolarmente soggiornanti in Italia);

d.    originale e copia del diploma di scuola secondaria tradotto in italiano, legalizzato e con dichiarazione di valore rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica italiana (Ambasciata o Consolato) del paese a cui appartiene l’ordinamento dell’Istituto che ha rilasciato il titolo. Tale titolo deve essere stato conseguito al termine di un periodo non inferiore a 12 anni di scolarità e consentire l’ammissione, nel Paese in cui è stato conseguito, agli studi universitari;

e.    copia autenticata del titolo finale degli studi universitari tradotto in italiano, legalizzato e con dichiarazione di valore rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica italiana (Ambasciata o Consolato) del paese a cui appartiene l’ordinamento dell’Istituto che ha rilasciato il titolo. Tale titolo deve essere stato conseguito al termine di un periodo non inferiore a 15 anni di studio e consentire l’ammissione, nel Paese in cui è stato conseguito, agli studi di livello accademico superiore (la dichiarazione di valore può essere sostituita dal Diploma Supplement, per il quale non sarà necessaria la traduzione in italiano, ma sarà comunque obbligatoria la legalizzazione);

f.     certificato degli esami rilasciato dall’Università, che attesta gli esami superati, tradotto e legalizzato dalla Rappresentanza diplomatica italiana (per i soli corsi in lingua inglese è possibile produrre i certificati sopra indicati in lingua inglese o in alternativa esami e crediti possono essere attestati dal Diploma Supplement, ove previsto);

5.    Contributi di iscrizione. Gli studenti internazionali comunitari o extracomunitari residenti all’estero sono tenuti al pagamento di un importo fisso come di seguito indicato:

Gli studenti con cittadinanza estera possono pagare i contributi di iscrizione ai corsi di studio secondo le seguenti modalità:

a. in base al diritto fisso previsto per i Paesi in via di sviluppo o per i Paesi non in via di sviluppo (vedi elenco di seguito). In questo caso basterà stampare il bollettino da Infostud senza eseguire ulteriori funzioni e l’importo riportato sarà determinato automaticamente in base al Paese della cittadinanza dichiarata;

b. in base al proprio Isee parificato. Se uno studente non ha redditi e patrimoni in Italia ma vuole determinare i contributi sulla base dei redditi e patrimoni prodotti nel proprio Paese di origine, può chiedere al Caf l’Isee parificato (a sensi del Dpcm 159 del 2013, art. 8), producendo la documentazione validata dalle autorità competenti del Paese dove i redditi sono stati prodotti, tradotta in italiano dalle autorità diplomatiche italiane presenti nel Paese di provenienza e dalle competenti Rappresentanze diplomatico-consolari italiane. La dichiarazione dovrà attestare il numero dei componenti del nucleo familiare, i redditi e i patrimoni posseduti nell’anno di riferimento. Il valore determinato e certificato dal CAF, potrà essere prodotto alla Segreteria amministrativa di competenza che provvederà al calcolo dei contributi. L’Isee parificato, rilasciato dal Caf, dovrà essere inviato per posta elettronica all’indirizzo mail della propria segreteria amministrativa che provvederà ad inserire il valore su Infostud.

c. in base al proprio Isee per il diritto allo studio universitario. Questa opzione è possibile se i redditi e i patrimoni sono prodotti in Italia. In questo caso l’Isee per il diritto allo studio universitario va calcolato presso un Caf o compilato sul sito dell’Inps e può essere acquisito esclusivamente su Infostud dalla sezione Profilo>Isee (non è possibile acquisire l’Isee al momento della stampa del bollettino). Chi non ha l’Isee disponibile al momento della stampa del bollettino dovrà cliccare sempre su Acquisisci Isee per pagare un diritto fisso. Entro il 21 dicembre 2020 l’Isee dovrà essere dichiarato, altrimenti l’importo dei contributi sarà applicato al valore massimo previsto.

Agli importi determinati con ciascuna delle tre opzioni va aggiunta la tassa regionale e l’imposta di bollo, entrambe da versare con la prima rata.

Diritto fisso dei contributi di iscrizione ai corsi di studio per gli studenti internazionali, Ue o Extra UE, rientranti nelle seguenti tipologie:

  • studente universitario con cittadinanza estera non residente in Italia;
  • studente universitario italiano non residente in Italia;
  • studente universitario con cittadinanza estera residente in Italia non autonomo.

Gli studenti internazionali per i quali non è possibile calcolare l’Isee ai sensi del Dpcm 159 del 2013, art 8, verseranno una tassazione fissa come indicato di seguito:

Paesi in via di sviluppo*
Totale €500; I rata €150; II rata€175; III rata €175; Tassa regionale €140

Tutti gli altri Paesi
Totale €1.000; I rata €300; II rata€350; III rata €350; Tassa regionale €140

*Elenco dei Paesi in via di sviluppo di cui al Decreto Mur 62/2020 
Afganistan, Angola, Bangladesh, Benin, Bhutan, Burkina Faso, Burundi, Cambogia, Central African Republic, Chad, Comoros, Congo Democratic Republic, Djibouti, Eritrea, Ethiopia, Gambia, Guinea, Guinea Bissau, Haiti, Kiribati, Korea Dem. Rep., Lao People's Democratic Republic, Lesotho, Liberia, Madagascar, Malawi, Mali, Mauritania, Mozambique, Myanmar, Nepal, Niger, Rwanda, Sao Tome & Principe, Senegal, Sierra Leone, Solomon Islands, Somalia, South Sudan, Sudan, Tanzania, Timor-Leste, Togo, Tuvalu, Uganda, Vanuatu, Yemen, Zambia, Zimbabwe.

6.    Mezzi economici di sussistenza. Si ricorda che per ottenere il visto d’ingresso per motivi di studio e, successivamente, il permesso di soggiorno, lo studente internazionale deve dimostrare il possesso di mezzi economici di sussistenza per il soggiorno (Circolare Inps n. 8 del 17 gennaio 2017).

7.    Corsi singoli. Per quanto concerne l’iscrizione ai corsi singoli si rimanda a quanto previsto dall’art. 41 del presente Regolamento.

8.    Rinuncia agli studi. La rinuncia agli studi (di cui all’art. 48), effettuata da cittadini extra UE forniti di permesso di soggiorno per motivi di studio, comporta la perdita del possesso del permesso di soggiorno e quindi l'impossibilità ad iscriversi presso altre Università italiane per lo stesso anno accademico. Per l'iscrizione agli anni successivi bisogna rivolgersi alla Rappresentanza diplomatica italiana competente nel proprio paese nei mesi aprile-giugno e seguire le procedure previste.

9.    Part-time. Gli studenti internazionali che richiedano un passaggio al regime part-time (art. 50), continueranno a versare il contributo di cui al comma 5 del presente articolo senza riduzioni. In caso di studenti internazionali con residenza fiscale in Italia da almeno due anni e pertanto in possesso di dichiarazione Isee, potranno fruire del regime contributivo previsto per gli iscritti part-time.

Navigazione interna

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma