Il clarinetto di Antony Pay con il quartetto Sine Nomine

Sabato 14 febbraio alle ore 17.30, la Iuc presenta in aula magna il clarinettista Antony Pay con il quartetto svizzero Sine Nomine, composto dai violinisti Patrick Genet e François Gottraux, dal violista Hans Egidi e dal violoncellista Marc Jaermann. Il programma prevede l’esecuzione di due capolavori cameristici per quartetto d’archi e clarinetto, composti a poco più di un secolo di distanza tra loro: del 1789 è il Quintetto in la maggiore K. 581 di Mozart, del 1891 il Quintetto in si minore di Brahms. Entrambi i brani furono scritti per due grandi virtuosi del clarinetto che, con le potenzialità timbriche ed espressive del loro strumento, ispirarono  e ammaliarono i rispettivi compositori: Anton Stadler nel caso di Mozart, Richard von Mühlfeld in quello di Brahms.
Verrà inoltre eseguito il brano Ainsi la nuit per quartetto d’archi (1976) del compositore francese Henri Dutilleux. La musica di Dutilleux affonda le sue radici nei compositori francesi del primo Novecento, con una generale tendenza verso l’atonalità e la polimodalità, e trae ispirazione dalle arti visive, dalla poesia e dalla letteratura.

Info
segreteria Iuc
T (+39) 06/3610051-53 
 segreteria@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it e/o www.concertiiuc.it

Venerdì, 13 febbraio 2009

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002