SAPIENZA CON OBR FLASHMOB CONTRO LA VIOLENZA

La Sapienza aderisce con un flashmob all'iniziativa internazionale One Billion Rising contro la violenza di genere. Appuntamento il 6 e l'11 febbraio per le prove della coreografia, il 13 febbraio evento aperto a tutti sul piazzale della Minerva

Flashmob BREAK THE CHAIN 
venerdì 13 febbraio ore 12.00
città universitaria 
piazzale Aldo Moro 5 

La Sapienza aderisce all'iniziativa internazionale One Billion Rising - OBR con un flashmob e un evento di musica e arti performative che si terrà il 13 febbraio sul piazzale della Minerva, all'interno della città universitaria. One Billion Rising, giunta alla terza edizione, è una mobilitazione internazionale convocata in tutto il mondo il 14 febbraio di ogni anno, per manifestare con un flashmob globale contro la violenza di genere sulle donne, sui bambini e sull'ambiente. L'evento del 13 febbraio alla Sapienza, che si configura come manifestazione di apertura dei diversi eventi OBR previsti a Roma per la giornata successiva, è promosso dal Comitato unico di garanzia del personale docente dell'Ateneo, con l'adesione delle associazioni studentesche Sapienza in movimento e Vento di cambiamento e il contributo artistico di EtnoMusa, il gruppo di musica popolare nato all'interno del progetto Musica Sapienza, e di numerosi artisti.

L'iniziativa sarà aperta da un breve saluto del Rettore Eugenio Gaudio. Seguirà la lettura del testo "La mia rivoluzione è" , dichiarazione della campagna OBR composta dalla scrittrice Eve Ensler, con l'intervento degli studenti stranieri della Sapienza in diverse lingue, l'esibizione della ballerina Olga Aru sulla Tarantella eseguita da EtnoMusa, per la coreografia di Linda Foster. La danza tradizionale italiana sarà proposta nella versione realizzata in occasione del "John Lennon Educational Bus Tour" che ha fatto tappa alla Sapienza nel mese di novembre 2014, su iniziativa di Sapienza in movimento. Interverrà quindi l'attrice Lunetta Savino, con la lettura di "Io sono emozione". Dopo un intermezzo dei ballerini e percussionisti del gruppo Destination West AFrica, coreografati da Bifalo Kouyate, si terrà la lettura conclusiva con il testo "Preghiera di un uomo".

Alle 13.30 avrà inizio il flashmob "Break the chain!".

La direzione artistica e la regia sono a cura di Linda Foster, condurrà l'evento Cristiano Bucchi, giornalista e conduttore radiofonico di Radio Città Futura. Parteciperanno gli atleti del Comitato Lazio della Federazione ginnastica italiana.

La manifestazione è aperta a tutti, studenti, docenti, personale tecnico-amministrativo e pubblico. Il dress code per partecipare al flashmob prevede i colori della campagna OBR: nero, rosso e fucsia.
Le prove per imparare la coreografia del flashmob si terranno il 6 febbraio, dalle ore 16 alle ore 18, presso la sala prove di Musa (città universitaria, ingresso esterno da Viale dell'Università 28/A), e l'11 febbraio dalle ore 16,30 alle ore 18 presso la palestra comunale interna al dipartimento di Ingegneria informatica, automatica e gestionale Antonio Ruberti, in via Ariosto 25.

Chi volesse visionare la coreografia online può collegarsi al video Youtube di "Break the chain!". 
Break the chain

 

Domenica, 01 febbraio 2015
Credits

logo dell'iniziativa One billion rising

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002