NOTTE IN BIBLIOTECA? ALLA SAPIENZA SI PUò

Da lunedì 27 aprile è stato concretamente avviato il progetto "Biblioteche h24": due sale di lettura ubicate nella città universitaria restano aperte tutta la notte. A disposizione degli studenti oltre 140 postazioni, dalle ore 21 alle ore 8

Lunedì 27 aprile si è tenuta l'inaugurazione del servizio di apertura notturna delle biblioteche di Scienze della terra e di Diritto privato, alla presenza del rettore Eugenio Gaudio e del direttore generale Carlo Musto D’Amore, nonché di altre autorità accademiche. La cerimonia ha avviato concretamente il progetto “Biblioteche h24”, grazie al quale la Sapienza diventa il primo ateneo romano, e uno dei primi in Italia, a offrire spazi di studio aperti tutta la notte ai propri studenti, con un esperimento pilota che potrebbe in breve tempo estendersi ad altre strutture, anche esterne alla città universitaria.

Da lunedì 27 gli studenti che si sono registrati al servizio potranno frequentare le sale lettura notturne tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 21.00 alle 8.00. Gli studenti abilitati (in questa prima fase sperimentale circa 2000) utilizzeranno un badge elettronico per superare il varco di accesso di piazzale Aldo Moro e successivamente quelli posti all'ingresso delle biblioteche. Le sale sono attrezzate con un circuito di videosorveglianza collegato al sistema di sicurezza e di vigilanza notturna dell'Ateneo; le postazioni sono complessivamente 142, i varchi sono predisposti per l’accesso agli studenti disabili e nelle sale è attivo il WiFi; inoltre sono previste postazioni abilitate alla consultazione dei cataloghi e delle risorse elettroniche e digitali (4 nella biblioteca di Scienze della terra e 2 in quella di Diritto privato).

Per ulteriori informazioni consultare l’area a destra.

Mercoledì, 22 aprile 2015
Credits

foto di archivio Ufficio stampa e comunicazione

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002