TASSE RIDOTTE PER L’ANNO ACCADEMICO 2015-2016

Il Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 2 luglio, ha stabilito una riduzione delle tasse del 20% per le fasce di reddito più basse. Potranno usufruire di questa agevolazione gli studenti in corso con un valore Isee fino a 20.000 euro

l'agevolazione riguarda un terzo degli studenti

Le prossime tasse universitarie costeranno meno a un terzo degli studenti iscritti alla Sapienza. ll Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 2 luglio, ha stabilito una riduzione delle tasse del 20% per le fasce di reddito più basse. Potranno usufruire di questa agevolazione, che sarà ripartita tra prima e seconda rata le nuove matricole e gli studenti iscritti in corso con un valore Isee fino a 20.000 euro. Il provvedimento è stato pensato a tutela degli studenti che per motivi economici possono incontrare maggiori difficoltà durante il proprio proprio percorso universitario ed entrerà in vigore già dal 2015-2016.

il commento del rettore

il Rettore Eugenio Gaudio - che si è reso promotore dell'agevolazione - ha così commentato la delibera:
Nell'Italia della crisi economica vogliamo dare fiducia ai giovani e al loro progetto di formazione.
Per questo la Sapienza riduce drasticamente le tasse per un terzo degli studenti, quelli con reddito meno favorevole.
Una strategia per il futuro resa possibile dalla spending review già da tempo in corso nel nostro Ateneo.
"La Sapienza degli studenti" non è dunque solo uno slogan. 

l'isee va calcolato per tempo

Gli studenti che non rientrano nei parametri per usufruire della riduzione del 20% possono comunque versare le tasse in misura agevolata in base all'Isee. Il sistema di tassazione adottato dalla Sapienza, infatti, si basa dall’anno accademico 2014-2015 su un modello che consente a ciascuno studente di determinare l’ammontare dell’importo da pagare in ragione del proprio valore Isee. Il calcolo prevede inoltre un apposito correttivo per gli studenti con Isee inferiore a 40.000 euro, per i quali la legge stabilisce un incremento non superiore al tasso di inflazione programmata.

Sempre a partire dallo scorso anno accademico è scattato l’obbligo per tutti gli studenti (a eccezione di coloro che scelgono l’opzione “non dichiaro”) di effettuare gratuitamente il calcolo dell’Isee presso un Caf o sul sito dell'Inps. Per ottenere la documentazione sono necessarie diverse settimane, pertanto invitiamo gli studenti a rivolgersi sin d'ora a un Caf.
Per maggiori informazioni consultare l'area a destra.

confermato il bonus fratelli-sorelle e l'esenzione per chi prende 100 alla maturità

Si conferma inoltre anche per l’anno accademico 2015-2016 il “bonus fratelli-sorelle” che prevede una agevolazione per le famiglie con più di un figlio iscritto all'ateneo (una riduzione del 20%-30% dell’importo delle tasse universitarie per uno dei fratelli. Gli studenti che hanno preso 100 o 100 e lode all'esame di maturità non pagano la prima rata e mantengono l'esenzione anche per la seconda rata e per i pagamenti successivi se rispettano i requisiti richiesti. Ulteriori informazioni nella pagina Esenzioni e agevolazioni, a destra.

 

 

 

 

 

 

Giovedì, 02 luglio 2015
Credits

foto di archivio Ufficio stampa e comunicazione - elaborazione di Alessandro Petrucci

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002