Lunedì, 06 giugno 2016

ACCEDI A INFOSTUD ANCHE CON LE CREDENZIALI SPID

La Sapienza ha aderito al Servizio pubblico di identità digitale e ora è possibile entrare in Infostud con le credenziali del Sistema pubblico di identità digitale. Leggi come in un messaggio del Rettore e della ministra Madia agli studenti

Dal 15 giugno 2016 gli studenti della Sapienza possono accedere a Infostud anche con le credenziali del nuovo Sistema pubblico per l'identità digitale (Spid). Il nuovo servizio è reso possibile da un accordo sottoscritto tra la Sapienza e il Ministero per la Semplificazione e la pubblica amministrazione sottoscritto il 17 maggio 2016.
Ecco la lettera che il rettore Eugenio Gaudio e la ministra Marianna Madia hanno inviato agli studenti dell'Ateneo.

 

Care studentesse e cari studenti,

Sapienza Università di Roma ha aderito, primo ateneo italiano, al Servizio pubblico per l’identità Dìdigitale (Spid).
Si tratta di un’identità digitale, unica e sicura, che permette di accedere con le stesse credenziali a tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni italiane e degli operatori privati che vorranno aderirvi.
Dal 15 giugno 2016 anche il portale Infostud, che gestisce la vostra carriera universitaria, sarà accessibile con Spid. Con lo stesso numero identificativo potrete usufruire inoltre dei servizi di altre amministrazioni, senza dover generare nuove password. Inps, Inail, Agenzia delle Entrate sono già operative. Molte regioni ed enti locali, tra cui la regione Lazio che gestisce il diritto allo studio per la nostra università, sono entrati o stanno entrando nel progetto. Si tratta di un processo in continua crescita che dovrebbe coinvolgere tutte le pubbliche amministrazioni italiane entro la fine del 2017.  
Crediamo che Spid rappresenti una grande innovazione: il digitale ha cambiato profondamente il modo di informarsi, divertirsi, acquistare, spostarsi, studiare e fare ricerca; questo cambiamento però non è ancora entrato in profondità nel settore pubblico. Con Spid, che è il primo passo concreto verso la cittadinanza digitale, si avvia un processo di cambiamento nel rapporto tra i cittadini e l’amministrazione che consentirà alle persone di interagire con libertà, direttamente dal proprio smartphone o dal proprio tablet, per ottenere i servizi, le informazioni e adempiere ai propri obblighi verso l’amministrazione.
In particolare la diffusione di Spid tra le ragazze e i ragazzi, vero motore della società italiana dei prossimi anni, consentirà un miglioramento della qualità della vita.
È per questo che la comunità universitaria è centrale in tale percorso che richiede il coinvolgimento di tutti. Siamo lieti che la Sapienza abbia potuto valorizzare l’opportunità di questo progetto che auspichiamo possa coinvolgere al più presto tutti gli atenei italiani.
Proprio per tale motivo, il nostro augurio è che vogliate cogliere l’importanza di questa innovazione, acquisendo rapidamente la vostra identità digitale e sperimentandone le potenzialità.

Richiedere Spid è gratuito. Potete farlo direttamente dal sito della Sapienza collegandovi, attraverso l'area a destra, con uno dei tre identity provider accreditati dall’Agenzia per l'Italia Digitale. Per ogni ulteriore informazione potete consultare il sito www.spid.gov.it.
Potrete condividere la vostra esperienza e dare il vostro contributo, anche in termini di idee migliorative e critiche, sui social network aderendo al gruppo Facebook https://www.facebook.com/groups/agid.spid/?fref=ts o utilizzando su Twitter l’hashtag #SPID

Con un saluto affettuoso a tutti voi,

 

Il rettore                     La ministra per semplificazione e pubblica amministrazione
Eugenio Gaudio        Marianna Madia

 

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002