Mercoledì, 22 marzo 2017

Solidarietà al ricercatore iraniano in carcere

La Sapienza aderisce alla mozione di solidaretà nei confronti del ricercatore iraniano Dr. Djalali, approvata dall'Assemblea generale della Crui il 23 marzo 2017. Il ricercatore, che attualmente si trova in carcere nel suo Paese, è oggetto di un vasto movimento di opinione che esprime preoccupazione e condanna rispetto a questa vicenda. Nel documento la Crui ribadisce la propria incondizionata difesa di tutte le libertà civili e processuali, auspicado che anche nel caso in questione esse vengano rigorosamente rispettate. Al tempo stesso ritiene di non poter aderire a proposte di boicottaggio nei confronti di alcun Paese poiché il compito delle istituzioni universitarie è quello di creare occasioni di incontro e dialogo.

 

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002