Martedì, 08 agosto 2017

GLI INGEGNERI DELLA SAPIENZA SALVERANNO IL FLAMINIO

Assegnato a un progetto di conservazione dello Stadio Flaminio, coordinato dal Dipartimento di Ingegneria strutturale e geotecnica, il prestigioso contributo "Keeping It Modern" della Getty Foundation di Los Angeles del valore di 180.000 dollari

La Getty Foundation di Los Angeles nell'ambito del progetto Keeping It Modern, avviato nel 2014 per sostenere piani pilota di conservazione del delicato patrimonio architettonico del XX secolo, ha assegnato alla Sapienza Università di Roma un finanziamento di 180.000 dollari per sviluppare un piano di conservazione per lo Stadio Flaminio di Roma, progettato da Pier Luigi e Antonio Nervi nel 1959 per le Olimpiadi del 1960, che oggi purtroppo versa in uno stato di grave degrado. 

Il generoso contributo sarà assegnato al Dipartimento di Ingegneria strutturale e geotecnica della Sapienza Università di Roma che guiderà il gruppo di lavoro composto dalla Pier Luigi Nervi Project Association e da Do.Co.Mo.Mo. Italia, in collaborazione con Roma Capitale. «Il piano di conservazione per lo Stadio Flaminio rappresenta un potenziale precedente virtuoso di collaborazione tra istituzioni universitarie e non – spiega Francesco Romeo, docente del Dipartimento di Ingegneria strutturale e geotecnica – finalizzato a restituire dignità a un impianto sportivo e a un contesto urbano di pregio da mettere a disposizione della collettività. Lo sviluppo del piano di conservazione fornirà l'occasione per mettere fruttuosamente a sistema le diverse competenze necessarie a condurre lo studio con rispetto e rigore metodologico, in sintonia con l'approccio progettuale multidisciplinare nerviano». In tal senso alla ricerca prenderà parte anche il Dipartimento di Architettura e Progetto, sotto la guida di Piero Ostilio Rossi.

Tra i dodici progetti selezionati dal programma Keeping it Modern quest'anno figurano il Museu de Arte di São Paulo di Lina Bo Bardi, il Museo del Governo di Chandigarh di Le Corbusier, il Yoyogi National Gymnasium a Tokyo di Kenzo Tange, la Casa Melnikov a Mosca e la sede del Bauhaus di Dessau di Walter Gropius.

Credits

(foto di Matteo Cirenei - photoarch.com)

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002