Progetti europei per la formazione dei rifugiati

Nell'ambito delle attività a sostegno dell'ampio flusso migratorio di cui l'Europa è stata interessata negli ultimi due anni, l'Ateneo è impegnato, insieme alla Commissione europea e ad altre università, in diversi progetti con l'obiettivo di offrire ai rifugiati opportunità di accesso all'università e alla formazione superiore.

Il 26 e il 27 settembre, la Sapienza è presente a Beirut ai lavori della Conferenza “Higher Education and Refugees in the Mediterranean” organizzata dalla Commissione europea e dal progetto "Hopes - Higher and Further Education Opportunities and Perspectives for Syrians”. L’evento vede la partecipazione di 100 esperti che discuteranno l’impatto della crisi siriana sul sistema dell’istruzione superiore nei paesi del sud del Mediterraneo.

Successivamente, il 27 e il 28 settembre, la Sapienza parteciperà presso la Lebanese University al meeting del progetto "Rescue - Refugees Education Support in mena CoUntriEs", coordinato da Unimed, l'Unione delle università del Mediterraneo. Il progetto Rescue, finanziato nel quadro del programma Erasmus+ Capacity Building in Higher Education nel 2016, affronta la problematica dell'accoglienza dei rifugiati in Libano, Giordania e Iraq, paesi particolarmente toccati dalla crisi siriana degli ultimi anni e che si trovano a gestire flussi incontrollabili di immigrati dalle vicine aree di conflitto. Obiettivo del progetto è la costituzione, presso le 7 università partner libanesi, giordane e irachene, di altrettante unità operative finalizzate all'erogazione di servizi ad hoc per i rifugiati che vogliono accedere all'università ed alla formazione superiore.

L’impegno della Sapienza nel fronteggiare la crisi dei rifugiati viene testimoniato anche dalla partecipazione in un altro ambizioso progetto finanziato dall’Unione europea nel quadro del programma Erasmus+ Strategic Partnership e volto a facilitare l’integrazione e l’accesso dei rifugiati negli istituti di istruzione superiore. Tale progetto, denominato "InHere - Higher Education supporting Refugees in Europe", ha permesso la realizzazione e pubblicazione di un catalogo di buone pratiche sull’accoglienza dei rifugiati, una selezione tra quasi 300 iniziative raccolte tramite la campagna della Refugees Welcome Map di Eua, l’Associazione delle università europee. L'Eua, grazie a tale campagna, è riuscita a mappare le migliori pratiche delle università di tutto il mondo a sostegno dei rifugiati. Sempre nel quadro di InHERE, a breve, saranno promossi alcuni webinar sulle tematiche del progetto promossi dall’Università di Barcellona e un workshop organizzato dalla Sapienza il prossimo 18 ottobre dal titolo "Easing access of refugees to HEIs".

Martedì, 26 settembre 2017

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002