Premio Innovazione di Legambiente

E' aperto il Bando del Premio Innovazione di Legambiente rivolto alle start up, alle piccole medie imprese innovative (PMI) agli spin off, universitari o aziendali. 

Il Premio si pone come obiettivo quello di riconoscere il valore delle realtà aziendali e locali che in Italia traducono i principi della sostenibilità in azioni concrete.

Il premio, giunto alla sua 18ma edizione, è organizzato da Legambiente, in rete con altri enti, associazioni e istituzioni e punta a creare un contesto favorevole alla ricerca, contribuendo a diffondere buone pratiche e valorizzando i soggetti capaci di cogliere la sfida ecologica quale opportunità irrinunciabile di sviluppo economico e sociale.

L’edizione 2023 si rivolge a  start up, spin off universitari e aziendali, alle società benefit e alle piccole e medie imprese (PMI) innovative a vocazione ambientale e sociale che maggiormente faticano a inserirsi e affermarsi sul mercato. 

La partecipazione è gratuita ed è riservata a tutte quelle realtà che vedono protagonisti i giovani con residenza in Italia, o in altro Paese dello Spazio Economico Europeo ma con sede produttiva o filiale in Italia. Si tratta di un riconoscimento annuale destinato a tutte quelle innovazioni di prodotto, di processo, di servizio, tecnologiche, gestionali e sociali, che dimostrano di contribuire a significative riduzioni degli impatti ambientali, a considerevoli rafforzamenti della resilienza agli effetti del cambiamento climatico e che si segnalano per originalità, replicabilità e potenzialità di sviluppo. In caso di parità, costituisce titolo preferenziale l’età del titolare o l’età media dei founders al di sotto dei 35 anni.

Queste le categorie per le quali è possibile concorrere: 

  • Agricoltura e Filiere Agro-alimentari;

  • Mobilità Sostenibile; 

  • Vivere Smart. Innovazioni per migliorare la vita nei piccoli comuni e nelle Smart Cities; 

  • Economia Circolare; 

  • Transizione energetica.

Nel bando, in corrispondenza di ciascuna categoria, sono indicati i riferimenti specifici ai rispettivi Sustainable Development Goals, in accordo con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, e sono contenute le indicazioni per presentare la domanda.

Il bando mira a intercettare iniziative, interventi, piani e progetti che si muovono verso questo paradigma, con riferimento agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals) dell’Agenda ONU 2030.

Per candidarsi

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002