Bandi nazionali e locali

Pubblicato il bando della Fondazione AriSLA per finanziare progetti di ricerca scientifica sulla SLA in Italia

 

Le proposte progettuali potranno essere presentate fino al 13 maggio 2021, attraverso la piattaforma online.

Possono partecipare al Bando i ricercatori di Università e di Istituti di ricerca italiani pubblici e privati non profit.

Il Bando AriSLA 2021 prevede la possibilità di presentare “Pilot Grant” o “Full Grant”. I primi sono studi monocentrici che hanno l’obiettivo di sperimentare idee particolarmente innovative e raccogliere le evidenze preliminari per confermarne la validità.  I “Full Grant” sono progetti che sviluppano ambiti di studio promettenti e già fondati su solide basi preliminari e possono essere anche in collaborazione tra diversi centri. Entrambe le categorie di progetti possono applicare nelle aree di ricerca di base, preclinica o clinica osservazionale.

I progetti Pilot Grant, della durata di 1 anno, potranno avere un valore massimo di 60.000 euro, mentre i progetti Full Grant potranno avere una durata massima di 36 mesi  e richiedere un finanziamento che non superi i 240.000 euro.

Le proposte progettuali saranno valutate da una Commissione Scientifica composta da un panel di esperti internazionali attraverso un processo di peer-review, per garantire trasparenza, imparzialità di giudizio e l’eccellenza della selezione.

Il bando e tutta la modulistica al link di seguito riportato:

http://www.arisla.org/?p=14162

 

Pubblicati quattro Avvisi del Ministero della Salute per Ricerca e Sviluppo per 200 milioni di euro

Il Ministero della Salute ha dato il via all’attuazione del Piano Operativo Salute (POS), approvato con Delibera del Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) n. 15 del 28 febbraio 2018 a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020, con una dotazione finanziaria complessiva pari a 200 milioni di euro, con  la pubblicazione dei primi quattro Avvisi per la selezione di progetti da finanziare con complessivi 200 milioni di euro nell’ambito delle politiche europee di sviluppo della coesione economica, sociale e territoriale e rimozione degli squilibri economici e sociali.

Le risorse sono ripartite tra le due macroaree territoriali secondo la chiave di riparto 80% per i progetti da realizzare nelle aree del Mezzogiorno e 20% per i progetti da realizzare nelle aree del Centro-Nord, secondo le modalità specificate negli Avvisi.

Il contributo alla realizzazione dei progetti assume la forma del contributo a fondo perduto, a copertura massima dell’80% dei costi ammissibili del progetto.

Secondo quanto previsto dagli Avvisi pubblici, sono ammissibili i costi sostenuti dalla data di presentazione della domanda di ammissione al contributo e fino alla chiusura del Piano Operativo.

La durata dei progetti non potrà superare i 4 anni e la data di conclusione del Piano Operativo Salute fissata al 31 dicembre 2025.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate dalla mezzanotte del 24 febbraio 2021 alla mezzanotte del 25 maggio 2021.

Poiché gli avvisi ammettono una sola candidatura per soggetto proponente, le proposte di candidatura dovranno essere inviate entro il 23 aprile 2021 a ufficioricerca@uniroma1.it al fine di permettere l'individuazione delle proposte da candidare.

Pubblicati due bandi dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Generale per l'economia circolare:

1) Bando per il cofinanziamento di progetti di ricerca volti allo sviluppo di tecnologie per la prevenzione, il recupero, il riciclaggio ed il trattamento di rifiuti non rientranti nelle categorie già servite da consorzi di filiera, all’ecodesign dei prodotti ed alla corretta gestione dei relativi rifiuti

  https://www.minambiente.it/sites/default/files/archivio/bandi/ECI/bando_cofinanziamento.pdf

Il bando, pubblicato il 19 gennaio u.s., ha come obiettivo la prevenzione e la riduzione degli impatti negativi derivantidall'attuale gestione dei rifiuti non serviti da filiera attraverso l’incentivazione di un usoefficiente ed ecocompatibile delle risorse (materie prime), con particolare attenzione allaprevenzione, al recupero, al riciclaggio ed all'ottimizzazione del ciclo di vita dei materiali.  La durata dei progetti non deve essere inferiore a 12 mesi e superiorea 24 mesi. Nel caso in cui il progetto preveda la realizzazione di prototipi la durata massima potràessere di 36 mesi. La dotazione complessiva è pari alla somma di euro 2.000.000,00 (due milioni)  Il contributo assegnato per ciascuna delle iniziative progettuali ammesse a cofinanziamentonon può essere inferiore ad € 100.000,00 (centomila) e superiore ad € 300.000,00(trecentomila), comprensivo di ogni onere. La percentuale massima di contributo che può essere concessa per ciascuna iniziativaprogettuale ammessa a cofinanziamento, nei limiti di cui al comma 1, è pari al 50% delle speseammissibili.

La scadenza per la sottomissione delle domande è fissata per il 19 aprile p.v.

2)  Bando per il cofinanziamento di progetti di ricerca finalizzati allo sviluppo di nuove tecnologie per il recupero, il riciclaggio ed il trattamento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche

https://www.minambiente.it/sites/default/files/archivio/bandi/ECI/bando_cofinanziamento_raee.pdf

Il  bando, pubblicato il 20 gennaio u.s.,  si pone l'obiettivo di prevenire e ridurre gli impatti negativi derivanti dalla produzione e gestione dei RAEE, attraverso l’incentivazione di un uso efficiente ed ecocompatibile delle risorse (materie prime), con particolare attenzione al recupero, al riciclaggio ed alla ottimizzazione del ciclo di vita dei materiali.  La durata dei progetti non deve essere inferiore a 12 mesi e superiore a 24 mesi. Nel caso in cui il progetto preveda la realizzazione di prototipi la durata massima potrà essere di 36 mesi. La dotazione complessiva è pari alla somma di euro 2.000.000,00 (due milioni)  Il contributo assegnato per ciascuna delle iniziative progettuali ammesse a cofinanziamento non può essere inferiore ad € 100.000,00 (centomila) e superiore ad € 300.000,00 (trecentomila), comprensivo di ogni onere. La percentuale massima di contributo che può essere concessa per ciascuna iniziativa progettuale ammessa a cofinanziamento, nei limiti di cui al comma 1, è pari al 50% delle spese ammissibili.

La scadenza per la sottomissione delle domande è fissata per il 20 aprile p.v.

Entrambi i bandi prevedono un'unica candidatura per soggetto proponente, pertanto si chiede di inviare le proposte progettuali, entro e non oltre il 7 marzo p.v.,  all'Ufficio Promozione e Servizi di Supporto per le Iniziative di Ricerca (ufficioricerca@uniroma1.it) che monitorerà il numero di candidature e, in caso di necessità,  attiverà le procedure per individuare le proposte da presentare.

 

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ufficio Promozione e Servizi di Supporto per le Iniziative di Ricerca

Settore Bandi di Ricerca Nazionali e di Ateneo

Capo Settore

Silvia Piro

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002