Trasparenza amministrativa

Ai sensi del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, come modificato dal D.Lgs. n. 97 del 25.05.2016, recante “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” Sapienza Università di Roma garantisce il principio di accessibilità dei dati e documenti detenuti, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all'attività amministrativa e favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.

La trasparenza, nel rispetto delle disposizioni in materia di segreto di Stato, di segreto d'ufficio, di segreto statistico e di protezione dei dati personali, concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza, di imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell'utilizzo di risorse pubbliche, integrità e lealtà nel servizio alla nazione. Essa è condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonché dei diritti civili, politici e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino.

Il Responsabile della trasparenza e per la prevenzione della corruzione di Ateneo, nominato su designazione del Consiglio di amministrazione, è il Dott. Fabrizio De Angelis, i cui dati di contatto sono i seguenti:
e-mail: documentazionetrasparenza@uniroma1.it.

Il responsabile svolge stabilmente un'attività di controllo sull'adempimento da parte dell'amministrazione degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, assicurando la completezza, la chiarezza e l'aggiornamento delle informazioni pubblicate, nonché segnalando all'organo di indirizzo politico, all'Organismo indipendente di valutazione (OIV), all'Autorità nazionale anticorruzione e, nei casi più gravi, all'ufficio di disciplina i casi di mancato o ritardato adempimento degli obblighi di pubblicazione.

I Dirigenti dell'Amministrazione Centrale nonché i rappresentanti delle strutture garantiscono il tempestivo e regolare flusso delle informazioni da pubblicare ai fini del rispetto dei termini stabiliti dalla legge.

Qualità delle informazioni

L’Amministrazione garantisce la qualità delle informazioni riportate nel sito istituzionale nel rispetto degli obblighi di pubblicazione previsti dalla legge, assicurandone l'integrità, il costante aggiornamento, la completezza, la tempestività, la semplicità di consultazione, la comprensibilità, l'omogeneità, la facile accessibilità, nonché la conformità ai documenti originali in possesso dell'Amministrazione, l'indicazione della loro provenienza e la riutilizzabilità.

Decorrenza e durata dell’obbligo di pubblicazione

I documenti contenenti atti oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente sono pubblicati tempestivamente sul sito istituzionale dell'Amministrazione.

I dati, le informazioni e i documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente sono pubblicati per un periodo di 5 anni, decorrenti dal 1° gennaio dell'anno successivo a quello da cui decorre l'obbligo di pubblicazione, e comunque fino a che gli atti pubblicati producono i loro effetti, fatti salvi i diversi termini previsti dalla normativa in materia di trattamento dei dati personali e quanto previsto dagli articoli 14, comma 2, e 15, comma 4,  ai sensi del quale i dati di cui ai commi 1 e 2 sono pubblicati entro tre mesi dal conferimento dell'incarico e per i tre anni successivi alla cessazione dell'incarico.

Vedi anche: Circolare prot. n. 54107 del 26.06.2018

Principali obblighi di pubblicazione

  • Art. 12 Obblighi di pubblicazione concernenti gli atti di carattere normativo e amministrativo generale

  • Art. 13 Obblighi di pubblicazione concernenti l’organizzazione delle pubbliche amministrazioni

  • Art. 14 Obblighi di pubblicazione concernenti i titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo e i titolari di incarichi dirigenziali

  • Art. 15 Obblighi di pubblicazione concernenti i titolari di incarichi di collaborazione o consulenza

  • Art. 16 Obblighi di pubblicazione concernenti la dotazione organica e il costo del personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato

  • Art. 17 Obblighi di pubblicazione dei dati relativi al personale non a tempo indeterminato

  • Art. 18 Obblighi di pubblicazione dei dati relativi agli incarichi conferiti ai dipendenti pubblici

  • Art. 19 Bandi di concorso

  • Art. 20 Obblighi di pubblicazione dei dati relativi alla valutazione della performance e alla distribuzione dei premi al personale

  • Art. 21 Obblighi di pubblicazione concernenti i dati sulla contrattazione collettiva

  • Art. 26 Obblighi di pubblicazione degli atti di concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e attribuzione di vantaggi economici a persone fisiche ed enti pubblici e privati

  • Art. 29 Obblighi di pubblicazione del bilancio, preventivo e consuntivo, e del Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio, nonché dei dati concernenti il monitoraggio degli obiettivi Art. 33

  • Art. 30 Obblighi di pubblicazione concernenti i beni immobili e la gestione del patrimonio

Sanzioni per la violazione degli obblighi di trasparenza per casi specifici

La mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati di cui all'articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico al momento dell'assunzione in carica, la titolarità di imprese, le partecipazioni azionarie proprie, del coniuge e dei parenti entro il secondo grado, nonché tutti i compensi cui dà diritto l'assunzione della carica, dà luogo a una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata comunicazione e il relativo provvedimento è pubblicato sul sito internet dell'amministrazione o organismo interessato.

La sanzione di cui sopra si applica anche nei confronti del dirigente che non effettua la comunicazione ai sensi dell'articolo 14, comma 1-ter, relativa agli emolumenti complessivi percepiti a carico della finanza pubblica, nonché nei confronti del responsabile della mancata pubblicazione dei dati di cui al medesimo articolo. La stessa sanzione si applica nei confronti del responsabile della mancata pubblicazione dei dati di cui all'articolo 4-bis, comma 2.

Le misure di attuazione dei principali adempimenti previsti dalla normativa citata sono richiamate nelle seguenti circolari interne:

Accesso documentale, accesso civico e accesso civico generalizzato

In ottemperanza alla citata normativa nonché della L. 241/90 e ss. mm. ii., le previste tipologie di accesso agli atti dell’Amministrazione  sono le seguenti:

  • accesso documentale;

  • accesso civico;

  • accesso civico generalizzato.

L’accesso documentale riguarda il diritto di accesso ai documenti amministrativi, nei limiti di quanto previsto dalla vigente normativa nazionale e comunitaria in materia di tutela e riservatezza dei dati personali, di chiunque vi abbia un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è richiesto l'accesso. Esso si intende realizzato con la pubblicazione, il deposito o altra forma di pubblicità, comprese quelle attuabili mediante strumenti informatici elettronici e telematici.

L’accesso civico può essere richiesto da chiunque e si riferisce a documenti, informazioni o dati concernenti l’organizzazione e l’attività dell’Amministrazione ove sia previsto l’obbligo della pubblicazione ai sensi del d.lgs. 33/13 e ss.mm.ii e sia stata omessa la pubblicazione stessa.

L’accesso civico generalizzato può essere richiesto da chiunque e riguarda documenti, informazioni e dati detenuti dall’Amministrazione, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del D.Lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii., nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti.

A decorrere dall’1.06.2017 è istituito un repertorio delle richieste di accesso presentate all’Amministrazione per tutte le suddette tipologie di accesso, consultabile al seguente link:

Vedi anche:

  • Regolamento prot. n. 1324 del 30.05.2017;

  • Circolare Tariffario;

  • Circolare prot. n. 42546 del 31.05.2017;

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002