La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

Nuovi termini liquidazione TFS/TFR

La Legge 27 dicembre 2013, n. 147 (Legge di stabilità 2014), all’art. 1, commi 484 e 485, ha introdotto nuove norme in tema di pagamento dei Trattamenti di fine servizio/Trattamenti di fine rapporto dei dipendenti pubblici.

Le nuove disposizioni si applicano esclusivamente ai pagamenti relativi alle cessazioni dal servizio che decorrono dal 1° gennaio 2014 e con riferimento ai dipendenti che maturano i requisiti per il pensionamento a partire dalla predetta data.

Pertanto, ai dipendenti pubblici destinatari di detta norma, i TFS/TFR vengono corrisposti:
- in unica soluzione, se l’importo da erogare, al lordo delle relative trattenute fiscali, è inferiore o pari a € 50.000;
- in due rate annuali, se l'importo complessivo della prestazione, al lordo delle relative trattenute fiscali, è superiore a € 50.000 ma inferiore a €100.000 (in tal caso la prima rata è di € 50.000 e la seconda è pari alla parte rimanente);
- in tre rate annuali se l'importo complessivo della prestazione, al lordo delle relative trattenute fiscali, è pari o superiore a € 100.000 (in tal caso la prima e la seconda rata sono pari a € 50.000 e la terza è pari alla parte rimanente). Il secondo e il terzo importo saranno pagati rispettivamente dopo 12 e 24 mesi dalla decorrenza del diritto al pagamento della prima rata.

I termini di pagamento dei TFS/TFR sono i seguenti:

Motivo cessazione

Termini

Pensione di vecchiaia e/o limiti di età ordinamentali

12 mesi

Limiti di servizio / Risoluzione unilaterale

12 mesi

Pensione anticipata

24 mesi

Dimissioni volontarie senza diritto a pensione

24 mesi

Destituzione / Licenziamento senza diritto a pensione

24 mesi

Decesso e inabilità

entro 105 gg.

***

I dipendenti pubblici che, pur cessando dal servizio dal 01/01/2014, avevano maturato entro il 31/12/2013 i requisiti per il pensionamento, rimangono destinatari della vecchia normativa, che prevede i pagamenti dei TFS/TFR secondo la seguente rateizzazione:
• in unica suluzione se l'importo complessivo della prestazione, al lordo delle relative trattenute fiscali, è pari o inferiore a € 90.000;
• in due importi se l’ammontare complessivo della prestazione, al lordo delle relative trattenute fiscali, è superiore a € 90.000, ma inferiore a € 150.000. In questo caso la prima rata da liquidare è pari a € 90.000 e la seconda è pari all’importo rimanente;
• in tre importi se l’ammontare complessivo della prestazione, al lordo delle relative trattenute fiscali, è uguale o superiore a € 150.000. In questo caso la prima rata da liquidare è pari a € 90.000, la seconda è pari a € 60.000 e la terza è pari all’importo residuo.
Il secondo e il terzo importo saranno pagati rispettivamente dopo 12 e 24 mesi dalla decorrenza del diritto al pagamento della prima rata.

I termini di pagamento dei TFS/TFR, secondo la vecchia normativa, sono i seguenti:

 Motivo cessazione

Termini a regime

Termini con deroga

L. n. 148/2011
(requisiti per la pensione per limiti di età o anzianità contributiva massima maturati entro il 12/08/2011 ovvero il 31/12/2011)

Termini con deroga

L. n. 148/2011
(requisiti per la pensione di anzianità con “quota” maturati entro il 12/08/2011 ovvero il 31/12/2011)

Pensione di vecchiaia e/o limiti di età ordinamentali

6 mesi

entro 105 gg.

6 mesi

Limiti di servizio / Risoluzione unilaterale

6 mesi

entro 105 gg.

6 mesi

Pensione anticipata

24 mesi

entro 105 gg.

6 mesi

Dimissioni volontarie senza diritto a pensione

24 mesi

 

 

Destituzione / Licenziamento senza diritto a pensione

24 mesi

 

 

Decesso e inabilità

entro 105 gg.

entro 105 gg.

entro 105 gg.

  

(Aggiornato al 28.02.2014)