La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

Borse accordi bilaterali

Grazie a fondi erogati dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR), Sapienza ogni anno offre ai propri studenti di laurea triennale, magistrale e dottorato (purchè privi di borsa), la possibilità di trascorrere un periodo di studio, per sostenere esami o fare ricerca tesi in una delle oltre 140 Istituzioni extra-UE con le quali ha in vigore accordi bilaterali, anche detti protocolli aggiuntivi.

La caratteristica saliente della mobilità, basata su un accordo tra la nostra e l’Istituzione straniera, consiste nel vantaggio reciproco (tanto per chi parte, quanto per arriva a Sapienza) della TOTALE ESENZIONE dal pagamento delle tasse di iscrizione presso l’Università ospitante. Lo studente Sapienza selezionato (outgoing) continuerà a pagare le tasse normalmente presso Sapienza e NON presso l’Università straniera, sebbene per alcune Istituzioni partner potrebbe comunque essere prevista una quota d’iscrizione.

A tale vantaggio, l’Area per l’Internazionalizzazione (ARI) aggiunge il contributo universitario di 2.100€, a copertura dell’intera permanenza all’estero, da un minimo di 90 giorni fino a un massimo di due semestri consecutivi. In quest’ultimo caso, l’importo della borsa sarà duplicato (4.200€ totali).

Ricorda che è consentito fruire del contributo soltanto UNA volta per ciascun ciclo di studio e che la borsa non è cumulabile con altri contribuiti.

 

 

Come ci si candida?

I bandi sono gestiti dalle singole Facoltà che li pubblicano sul loro sito. Tuttavia, per una consultazione più rapida, potrai trovare la lista dei bandi aperti anche qui

Sappi che ciascuna facoltà NON offre destinazioni in TUTTO il mondo, ma solo per università di alcuni Paesi  e che per alcune destinazioni potrebbe essere richiesto una certificazione linguistica. Al momento della candidatura, leggi attentamente il bando, accertandoti di rispondere a tutti i requisiti richiesti.

Ciascun accordo ha come responsabile un referente scientifico, ovvero un docente promotore di tale mobilità e incaricato di seguire lo studente nel percorso accademico, sia prima della partenza, durante il periodo all’estero (qualora sorgessero problemi didattici), che al suo rientro.

Tuttavia, a partire dall’a.a. 2016-2017, i docenti responsabili della mobilità degli studenti, anche per mete extra europee, sono i RAM – Responsabile Accademico della Mobilità. Puoi consultare l’elenco diviso per Facoltà qui: http://www.uniroma1.it/internazionale/erasmusplus/27513

Si consiglia comunque di prendere contatti con il referente scientifico per la preparazione di un progetto di studio all’estero e per una consulenza sulle attività da poter svolgere presso l’Università straniera di interesse.

Puoi consultare la lista degli accordi e dei relativi docenti nella sezione download.

Come viene erogata la borsa?

La prima rata, pari al 70% dell’importo (1.470 €) ti sarà accredita entro 60 giorni dalla firma del contratto, il restante 30% (630,00€) al tuo rientro. Il saldo sarà accreditato solo se la documentazione richiesta e descritta nel contratto sarà consegnata integralmente.

Per scoprire quali destinazioni la tua Facoltà ha attive, chi sono i referenti scientifici e quali sono i passi da seguire per ottenere la borsa, scarica o consulta i documenti nella sezione download alla tua destra!

Se sei interessato o desideri maggiori informazioni, t’invitiamo a prendere contatto con il referente scientifico o con ARI e a mettere ‘Mi piace’ anche alla nostra pagina facebook Sapienza – Studiare all’estero per rimanere sempre aggiornato su eventuali nuove opportunità!

Contatti

  • Area per l'Internazionalizzazione

    Settore Internazionalizzazione Didattica e Programmi Europei

    Capo settore
    Graziella Gaglione
    Staff
    Martina Vizzani

     

    T (+39) 06 4969 0423

Sede

  • Città universitaria
    Palazzina Tumminelli
    (CU007
    secondo piano

    Viale dell'Università, 36
    00185 Roma