CIG - codice identificativo gara

CIG - CODICE IDENTIFICATIVO GARA
AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE
AGGIORNATO AL COMUNICATO DEL PRESIDENTE DEL 2 MAGGIO 2011

Il Centro di Spesa, in qualità di stazione appaltante, che inizia una procedura finalizzata alla stipula di un contratto avente ad oggetto lavori, forniture o servizi deve richiedere all’Autorità di Vigilanza un codice identificativo della gara, denominato CIG, che dovrà essere riportato negli atti relativi alla procedura (lettera d’invito o qualsiasi altra forma di richiesta di offerta).

I CASI IN CUI DEVE ESSERE RICHIESTO
Per tutte le procedure di scelta del contraente, compresi gli affidamenti diretti, aventi ad oggetto lavori, servizi e forniture, indipendentemente dal valore della procedura stessa (fatta eccezione per i contratti di cui agli artt. 16 e 25 del D.Lgs. 163/06 e ss. mm. e ii.).

COME DEVE ESSERE RICHIESTO
Per richiedere il CIG occorre accreditarsi presso il sito www.autoritalavoripubblici.it, cliccando sulla voce sistema informativo monitoraggio gara (SIMOG) posto nella pagina dedicata ai servizi ad accesso riservato.
A decorrere dal 2 maggio 2011 (Comunicato del Presidente di pari data) è disponibile una nuova procedura semplificata per il rilascio del CIG applicabile nei seguenti casi:

  • contratti di lavori di importo inferiore ad € 40.000,00, di servizi e forniture di importo inferiore ad € 20.000,00, affidati ai sensi dell’art. 125 del D.Lgs 163/2006 e ss. mm. e ii. (Codice) o mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando:
  • contratti di cui agli artt. 16, 17 e 18 del Codice, indipendentemente dall’importo;
  • altri contratti esclusi in tutto o in parte dall’ambito di applicazione del Codice fino ad un importo di € 150.000,00;
  • contratti affidati direttamente da un ente aggiudicatore o da un concessionario di lavori pubblici ad imprese collegate, ai sensi, rispettivamente, degli artt. 218 e 149 del Codice.

Per i casi suddetti sono previste due modalità di rilascio semplificato del CIG, indicate nello stesso Comunicato del Presidente del 2 maggio 2011.     

DA CHI DEVE ESSERE RICHIESTO
Le operazioni connesse al rilascio del codice CIG saranno consentite esclusivamente al Responsabile del Procedimento (artt. 10 commi 1 e 9 e 125 co. 2 del D.Lgs 163/06 e ss. mm. e ii), indipendentemente dalla procedura adottata e dalla tipologia di contratto che la stazione appaltante intende affidare. Pertanto il RUP dovrà accreditarsi presso il sito dell’Autorità di Vigilanza come sopra specificato.

 

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002