statua della minerva

La Sapienza nei ranking

La Sapienza conferma la propria posizione tra le prime università italiane e tra gli atenei di eccellenza nel mondo nelle più autorevoli classifiche universitarie internazionali uscite nel 2018. Ecco una panoramica dei ranking in ordine cronologico, a partire dalla pubblicazione più recente

Times Higher Education World University Rankings by Subject 2019

Il ranking 2019 (riferito all'anno 2018) del Times Higher Education per le discipline Law, Social Sciences, Business&Economics, pubblicato il 17 ottobre, ha premiato la Facoltà di Giurisprudenza della Sapienza che si è classificata come la prima scuola di diritto in Italia, unica italiana (insieme a Bologna) tra le prime 100 al mondo.

 

Times Higher Education 2019 World Universities Ranking

Il ranking 2019 (riferito all'anno 2018) del Times Higher Education, pubblicato il 26 settembre, ha segnato un miglioramento della Sapienza, che si è collocata nella fascia 251-300, risalendo rispetto alla fascia 301-350 della classifica precedente. Il ranking è basato su diversi indicatori, tra cui le risorse disponibili per la ricerca in ciascun ateneo. In testa alla classifica a livello mondiale sono collocate Oxford, Cambridge, Harvard, Stanford e il MIT; in Italia figurano prime la Scuola superiore Sant'Anna e la Scuola normale di Pisa.

 

QS Graduate Employability Rankings 2019

La Sapienza ha ottenuto un'ottima performance nella classifica QS Employabilty 2019 sull'occupazione dei laureati, salendo nella fascia di eccellenza delle prime 100 università al mondo. Il ranking, giunto alla quarta edizione e publicato l'11 settembre 2018, assegna all'Ateneo la 98° posizione mondiale e la seconda in Italia dopo il Politecnico di Milano. La classifica uscita nel 2017 aveva collocato la Sapienza nella fascia 111-120 al mondo e in terza posizione in Italia, dopo il Politecnico di Milano e l'Università di Bologna. 

 

ARWU - Global Ranking of Academic Subject 2018

L'edizione 2018 della classifica Arwu per materie, diffusa il 17 luglio dall'agenzia Academic Ranking of World Univesities collegata all'Università Jiao Tong di Shanghai, conferma il primato della Sapienza tra le università italiane e un'ottima performance a livello internazionale. Quest’anno infatti l’Ateneo è presente tra le prime 20 università al mondo in ben due discipline:  Automation & Control (primo posto in Italia e 16° posto al mondo, nel 2017 era 23esima), Aerospace Engineering (primo posto in Italia e 17° al mondo, nel 2017 era 26esima) scalando la classifica di molte posizioni.

La Sapienza inoltre risulta prima a livello nazionale complessivamente in 13 discipline, ottenendo i migliori piazzamenti italiani nel mondo anche in Physics (primo posto in Italia e 29° al mondo) e Instruments Science & Technology (secondo posto in Italia dopo il Polimi, 46° posto al mondo). Nella classifica italiana l'Ateneo è seguito dal Politecnico di Milano (11 materie al primo posto in Italia), dall'Università di Bologna (con 9 materie), dall'Università di Padova (con 8 materie) e dall'Università di Milano (con 7 materie). 

 

CWUR 2018

La classifica annuale del Centre for World University Rankings (Cwur), uscita il 28 maggio 2018, colloca la Sapienza al primo posto fra le università italiane e al 67° posto nel mondo, in crescita di 17 posizioni rispetto allo scorso anno.

La classifica, che elenca le prime 1000 università internazionali su oltre 18.000 scrutinate, è basata su sette indicatori: la qualità della formazione (rappresentata dal numero di alumni - rapportato alla dimensione dell'università - che hanno vinto importanti premi internazionali); il tasso di occupazione degli ex studenti (valutato sul numero di alumni che ha ricoperto posizioni di Ceo nelle migliori aziende del mondo); la qualità della docenza (misurata sul numero di accademici che hanno vinto premi internazionali); la produzione scientifica (Research Output), misurato dalle pubblicazioni complessive (numero di articoli di ricerca);  la qualità della ricerca, (numero di articoli di ricerca apparsi su riviste prestigiose); l’influenza (numero di articoli di ricerca apparsi su riviste influenti); il numero di citazioni sulle riviste.

I punti di forza della Sapienza, che si conferma per il settimo anno consecutivo il primo ateneo italiano nella classifica, sono la qualità della docenza, calcolata in base al numero di docenti che hanno vinto riconoscimenti di prestigio internazionale (indicatore che pone l’Ateneo al 34° posto al mondo), la produzione scientifica, misurata dal numero di articoli scientifici pubblicati (61° posizione al mondo) e l’impatto della ricerca in termini di numero di citazioni ottenute (71° posizione, in miglioramento di 34 posizioni, l’anno scorso era 105°).

 

QS by Subject 2018

La Sapienza si è collocata al primo posto assoluto a livello mondiale nel settore "Classics & Ancient History", secondo il Ranking by Subject diffuso il 28 febbraio 2018 dall'agenzia mondiale di ranking universitari Quacquarelli-Symonds.

L’Ateneo è cresciuto in tutte le 5 macro-aree utilizzate da Qs:

- Arts & Humanities: 75° posto  (+ 28 posizioni rispetto allo scorso anno)

- Engineering & Technology: 100° posto (+23 posizioni)

- Life Sciences & Medicine: 138° posto (+23 posizioni)

- Natural Sciences: 50° posto (+14 posizioni)

- Social Sciences & Management: 156° posto (+28 posizioni)

Sapienza ha ottenuto buone performance anche in altre materie, collocandosi tra le prime 10 università al mondo nel settore Archeology (9°) e tra le prime 50 in Library Management (33°) e Physics (39°). È inoltre nella Top 100 della classifica per le altre discipline (History, Languages, Philosophy, Theology, Civil Engineering, Computer Science, Electrical Engineering, Anatomy, Pharmacy, Mathematics, Anthropology, Law).

 

Martedì, 30 ottobre 2018

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002