logo dell'European research council

La Sapienza ottiene tre nuovi Erc Advanced Grant

L'Erc-European Research Council ha assegnato il finanziamento Advanced Grants a tre progetti di ricerca della Sapienza su neuroscienze e comportamenti morali, simboli grafici nella cultura tardo-antica ed economia dei mercati online, per una somma complessiva di 5,75 milioni di euro. L'Ateneo risulta cosi lente italiano con il maggior numero di Erc Grants in questa tornata

L’Erc-European Research Council, l'organismo dell'Unione europea che finanzia i ricercatori di eccellenza, ha approvato tre progetti presentati dai Principal Investigators della Sapienza nella categoria Erc Advanced per un ammontare complessivo di 5.757.212 euro, risultando l’ente italiano con il maggior numero di Erc grant in questa call.

 “Il finanziamento accordato ai progetti della Sapienza – sottolinea il rettore Eugenio Gaudio – rappresenta un importante riconoscimento a livello europeo della capacità dei nostri studiosi di raccogliere le sfide del futuro e premia l’attenzione con cui l’Ateneo sta investendo sulla ricerca in tutti gli ambiti disciplinari”.

I tre Advanced Grants sono stati assegnati ai seguenti progetti:“eHONESTY – Embodied Honesty in real world and digital interactions” presentato da Salvatore Maria Aglioti del Dipartimento di Psicologia; “NOTAE - NOT A writtEn word but graphic symbols” presentato da Antonella Ghignoli del Dipartimento di Storia, cultura, religioni e “AMDROMA - Algorithmic and Mechanism Design Research in Online MArkets” presentato da Stefano Leonardi del Dipartimento di Ingegneria informatica, automatica e gestionale Antonio Ruberti.

Il progetto eHONESTY si propone, sulla base del concetto che le nostre rappresentazioni corporee influenzano anche comportamenti complessi, quali per esempio quelli morali, di stabilire se rafforzando la consapevolezza di avere un corpo e di essere l’agente delle proprie azioni, si modificano i comportamenti (dis)onesti sia nel mondo reale che in quello delle interazioni virtuali (sui social network). Verranno acquisite misure comportamentali (risposte a questionari), fisiologiche (risposte cardiache, cambiamenti di temperatura cutanea) e neurali (tramite elettroencefalografia) in soggetti che eseguono compiti che li espongono alla tentazione di mentire per guadagnare denaro, sia in contesti reali sia durante interazioni virtuali. Questo approccio allo studio della disonestà basato sulla persona integra il metodo cross-culturale su larga scala e potrebbe ispirare nuove strategie per contrastare comportamenti non-etici e illegali.

Il progetto NOTAE ha l'obiettivo di studiare come fenomeno storico l'impiego dei simboli grafici nella cultura scritta pragmatica tardoantica e altomedievale. Si tratta di peculiari segni, semplici o complessi, realizzati con la stessa tecnologia della scrittura all'interno di un testo scritto ma significanti altro che una parola, dei quali il progetto farà il censimento su tutta la tradizione documentaria tardoantica e dei regni occidentali post romani. Queste concrete tracce di uomini e donne del passato, sul confine spesso mobile tra cultura scritta e cultura orale, tra alfabetismo colto e semplice abilità manuale, saranno per la prima volta studiate singolarmente e in comparazione, in sincronia e in diacronia. Strumento di lavoro del progetto sarà l'omonimo database relazionale NOTAE, che ne costituirà alla fine uno dei principali risultati: archivio delle immagini di tutti i simboli grafici attestati e atlante storico digitale di questo straordinario patrimonio grafico del passato.

Il progetto AMDROMA è incentrato sullo studio di algoritmi e meccanismi di decisione per i mercati online. I mercati digitali sono un’importante parte dell'economia. Internet ospita mercati tradizionali (immobiliare, azioni, ecc..) e ha permesso la creazione di mercati completamente nuovi (marketing virale, economia di condivisione, mercato digitale del lavoro). Le decisioni nei mercati digitali sono prese con il determinante intervento degli algoritmi e sono basate sulla raccolta di grandi moli di dati. Gli algoritmi operano ad esempio le aste elettroniche per la vendita della pubblicità online, comprano e vendono azioni, elaborano strategie di vendita per le aziende e offrono consigli ai consumatori. L’obiettivo del progetto AMDROMA è la comprensione di alcuni dei principi algoritmici fondamentali che regolano i mercati digitali; riguarderà in partricolare temi quali il progetto algoritmico dei mercati, lo sviluppo di meccanismi di decisioni semplici ed efficienti, l’analisi algoritmica e l’apprendimento a partire dalle grandi moli di dati raccolti nelle applicazioni. 

Il riconoscimento attrbuito dall'Erc alla Sapienza con gli Advanced Grants si pone in continuità con l’approvazione nel 2017 di sei progetti Erc (tre Starting, due Proof of Concept e un Consolidator) dell’Ateneo per un totale di 11.718.023 euro, a cui si sono aggiunti, per chiamata diretta alla Sapienza, altri due Principal Investigators Erc: Rinaldo Trotta, afferente al Dipartimento di Fisica e titolare del progetto Starting SPQRel e Emanuele Spadaro, afferente al Dipartimento di Matematica e titolare del progetto Starting HiCos.

Venerdì, 06 aprile 2018

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002