Area affari legali

L'Area Affari Legali, indipendentemente dalla rilevanza strategica attribuitale dalla Sapienza, riveste di per sé un ruolo nevralgico all'interno di un sistema universitario, considerata la molteplicità di stakeholders che con essa quotidianamente si confrontano, l'altrettanta molteplicità di interessi in gioco e, conseguentemente, la necessità di garantire supporto legale in sede giudiziale e stragiudiziale, ma anche, nei limiti del possibile,  supporto consulenziale preventivo volto a deflazionare il contenzioso ex ante.

Istituita con DD n. 2475 del 26.7.2012 e attivata a decorrere dall'1.12.2012, ingloba all'interno di un'unica struttura direzionale:

  • la gestione del contenzioso e la tutela dei diritti e degli interessi della Sapienza  in sede giurisdizionale.
  • l'attività consultiva e propositiva, anche diretta ed immediata, in favore dell'Amministrazione Centrale e di quella periferica,  fornendo servizi di consulenza e pareri, su richiesta dell'Amministrazione Centrale e periferica, nonché servizi di normazione previsti nell'ambito del Piano della Performance
  • l'attività di recupero crediti per conto dell'Amministrazione Centrale e dell'Amministrazione periferica, attivandosi in primis per via stragiudiziale e, in caso di insuccesso, per via legale tanto nei confronti di soggetti esterni debitori nei confronti dell'Ateneo, tanto nei confronti di soggetti interni nei casi di eventuali saldi stipendiali negativi verificatisi
  • l'azione disciplinare nei confronti del personale docente e del personale tecnico amministrativo come definita dalla normativa vigente di settore, svolgendo le funzioni di UPD nei confronti del personale tecnico amministrativo e bibliotecario, e funzioni di supporto al Collegio di Disciplina nei confronti del personale docente.

A tal fine l'Area dispone di una propria Avvocatura interna

L'art. 3 dello Statuto dell'ateneo sancisce, infatti, che:

  • "La “Sapienza”, ai sensi dell’art. 56 del R.D. 31.08.1933, n. 1592, è rappresentata e difesa dall’Avvocatura dello Stato nei giudizi attivi e passivi avanti l’autorità giudiziaria, i collegi arbitrali e le giurisdizioni amministrative speciali, sempreché non sussista conflitto d’interessi con le amministrazioni statali, le regioni e altri enti pubblici che hanno facoltà di avvalersi del patrocinio dell’Avvocatura dello Stato. La “Sapienza” può avvalersi del patrocinio degli avvocati interni o, sulla base di apposito regolamento approvato dal Consiglio di Amministrazione e nel rispetto della normativa vigente, degli avvocati del libero foro.
  • Il Rettore, quale rappresentante legale, conferisce agli avvocati dell’Ufficio legale interno di Ateneo procura alle liti, previa motivata disposizione del Direttore Generale; conferisce, inoltre, procura alle liti, previa motivata delibera del Consiglio di Amministrazione, agli avvocati del libero foro."

L'Area si articola in due Uffici che sviluppano le linee di azione dell'Area coordinando, complessivamente, i 7 settori individuati in sede di riorganizzazione e distinti per specifica competenza e ambito di azione:

 

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002