Presentare domanda di brevetto

PER BREVETTARE

Secondo l'articolo 65 del C.P.I.  (Decreto Legislativo 10 febbraio 2005, n. 30), quando l'invenzione industriale è fatta nell'esecuzione o nell'adempimento di un rapporto di lavoro che intercorre con un'università o con una pubblica amministrazione, avente tra i suoi scopi istituzionali finalità di ricerca, il ricercatore è titolare esclusivo dei diritti derivanti dall'invenzione brevettabile di cui è autore.

Il ricercatore può scegliere di cedere o meno tali diritti all'ente di appartenenza.

Brevettare a nome dell'inventore

Se l'inventore decide di depositare la domanda di brevetto a proprio nome è tenuto a darne comunicazione all'Università entro 15 giorni dalla data di deposito stesso, indicandolo su apposito modulo reperibile anche direttamente sul sito web dell'Università, riportato in
Allegato C - Comunicazione deposito

In caso di sfruttamento economico dell'invenzione, l'inventore dovrà corrispondere all'Università il 40% dei proventi derivanti dallo sfruttamento economico dell'invenzione brevettabile.

Brevettare a nome dell'Università

Se l'inventore/i della Sapienza decide di cedere i diritti patrimoniali di deposito e di sfruttamento commerciale del trovato all'ente, mantenendo la titolarità morale dell'invenzione, usufruirà della competenza e dei servizi dell'Università, che accompagneranno tutto il percorso brevettuale.

L'Ateneo si farà carico di tutte le spese e all'inventore spetterà (in caso di più inventori, cumulativamente tra loro), una quota pari al 70% dei proventi o dei canoni di licenza, o del corrispettivo per la cessione a terzi del brevetto, dedotte le spese sostenute per il conseguimento del brevetto ed il suo mantenimento. Il restante 30% spetta all'Università che si impegna a destinarlo per il sostegno di attività di ricerca e per l'attività di protezione e valorizzazione della proprietà industriale.

Nel caso di cessione di invenzione brevettabile, l'inventore/i dovrà consegnare all'Ufficio i seguenti documenti:

  • schema del contratto, personalizzato secondo i dati specifici del caso, in 2 copie cartacee firmate in originale dall'inventore/i;
    Allegato B - Contratto di cessione
  • schema tecnica, compilata in ogni suo campo, contenente tra l'altro una descrizione del trovato idonea ad essere sottoposta al parere tecnico-scientifico della Commissione Tecnica Brevetti;
    Allegato A - Richiesta di brevettazione
  • una relazione tecnico-scientifica, a supporto dei requisiti di brevettabilità dell'invenzione, predisposta da un esperto della materia che non sia cointeressato nella domanda di brevetto o afferente al medesimo dipartimento dell'inventore/i, secondo la griglia di riferimento allegata. Il correlatore dovrà compilare e sottoscrivere, altresì, la dichiarazione di segretezza;
    Allegato E - Scheda referee
    Allegato F - Dichiarazione di riservatezza

Affinchè la documentazione possa essere sottoposta al vaglio della Commissione Tecnica Brevetti, questa dovrà essere consegnata presso il settore brevetti entro 10 giorni antecendenti la prima riunione utile della CTB.

Ufficio valorizzazione e trasferimento tecnologico
Settore Brevetti e Trasferimento Tecnologico

Capo Settore
Paola Ciaccia
+(39) 06 4991 0888

Staff
Maria Maddalena Cartini
+(39) 064991 0742

Simona De Martino
+(39) 064969 0388

Giorgia Nanula
+(39) 064991 0817

Fax
(+39) 0649910692

u_brevetti@uniroma1.it

Sedi

Palazzo del Rettorato
Piano terra - stanza 8

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002