Lavoratore

La pagina è dedicata alla figura del Lavoratore di ateneo, come definito dal D.R. 1457/2015 Regolamento per il SGSSL di Ateneo

L'articolo 2 del D.Lgs. 81/08 definisce "Lavoratore" persona che indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attività lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un'arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari..[omissis..]

CHI SONO I LAVORATORI IN ATENEO

L'articolo 2 del D.M. 363 del 1998 definisce "Lavoratore" per le Università " oltre al personale docente, ricercatore tecnico e amministrativo dipendente dell'università, anche quello non organicamente strutturato o quello degli enti convenzionati, sia pubblici che privati, che svolge l'attività presso le strutture dell'università, salva diversa determinazione convenzionalmente concordata, nonché gli studenti dei corsi universitari, i dottorandi, gli specializzandi, i tirocinanti, i borsisti ed i soggetti ad essi equiparati, quando frequentino laboratori didattici, di ricerca o di servizio e, in ragione dell'attività specificamente svolta, siano esposti a rischi individuati nel documento di valutazione.

CHI SONO GLI EQUIPARABILI AI LAVORATORI IN ATENEO

Il D.R. 1457/15 considera lavoratori anche il personale non organicamente strutturato e rientrante nelle tipologie contrattuali all'art. 3 della legge e quello degli Enti convenzionati, sia pubblici che privati, che svolgono la loro attività nell'ambito dell'organizzazione dell'Università, salva diversa determinazione convenzionalmente concordata. Sono inoltre considerati lavoratori gli studenti dei corsi universitari, i dottorandi gli specializzandi, i tirocinanti i borsisti ed i soggetti ad essi equiparati, quando nell'ambito dell'attività dell'Università, frequentino laboratori didattici, di ricerca o di servizio e , in ragione dell'attività specificamente svolta, siano esposti a rischi derivanti da agenti fisici, chimici, biologici e a rischi derivanti dalle apparecchiature munite di videoterminali, limitatamente ai periodi in cui siano effettivamente applicati a tali laboratori e strumentazioni

FORMAZIONE

Il Lavoratore riceve una formazione ...

INFORMAZIONE DEI LAVORATORI AI SENSI DELL’ART. 36 DEL D.LGS. 81/08

Il Datore di Lavoro verifica, assieme al proprio Referente Locale della Sicurezza, che tutto il personale, dipendente ed equiparato, sia stato informato ai sensi dell’art. 36 del d.lgs. 81/08, attraverso l’invio della mail, con ricevuta di ritorno, di cui al modulo “Testo della e-mail per l'InformazioneLavoratoriDip”.

FORMAZIONE DEI LAVORATORI AI SENSI DELL’ART. 37 DEL D.LGS. 81/08 E DELL’ACCORDO STATO REGIONI 2011
Il Datore di Lavoro verifica, assieme al proprio Referente Locale della Sicurezza, che tutto il personale, dipendente ed equiparato, abbia ricevuto la formazione necessaria, quale:
- Formazione generale lavoratori, come indicato qui 
- Formazione Preposti, qualora il lavoratore ricopra il ruolo di Preposto in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro, come indicato nella circolare prot. 0093420 del 27/11/2017
- Formazione Responsabili delle Attività di Didattica e di Ricerca in Laboratorio (RADRL), qualora il lavoratore ricopra il ruolo di RADRL in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro, come indicato nella circolare prot. 0093419 del 27/11/2017
- Formazione Dirigenti, qualora il lavoratore ricopra il ruolo di Dirigente in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro, come indicato nella circolare prot. 0093421 del 27/11/2017

FORMAZIONE SPECIFICA DEI LAVORATORI AI SENSI DELL’ART. 37 DEL D.LGS. 81/08 E DELL’ACCORDO STATO REGIONI 2011
I Datori di Lavoro garantiscono che a ciascun lavoratore sia fornita la formazione e l’addestramento sui rischi specifici relativi al proprio posto di lavoro e alle proprie mansioni, con proprie risorse formalmente individuate nell’ambito dei fondi assegnati alla propria struttura (cfr. art 18 D.R. 1457/2015).
L’USPP ha messo a disposizione una guida per l’organizzazione interna ai Dipartimenti dei corsi di formazione (cfr. circolare prot. 46890 Del 23/06/2016) e, qualora l’Unità Produttiva non disponga delle risorse organizzative necessarie per l’organizzazione ed erogazione dei corsi, l’USPP ha provveduto a stipulare un accordo con ditta specializzata che possa fornire, a spese dell’unità produttiva tramite acquisto su Me.P.A., la formazione specifica necessaria secondo il listino prezzi qui riportato. Tale listino può essere preso a riferimento in fase di acquisizione del servizio.<

OBBLIGHI DEI LAVORATORI

L'articolo 20 del D.Lgs. 81/08 e ss.mm.ii. - Obblighi dei lavoratori, pone in capo ai lavoratori i seguenti obblighi:>

1. Ogni lavoratore deve prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui ricadono gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal datore di lavoro.
2. I lavoratori devono in particolare:

  • contribuire, insieme al datore di lavoro, ai dirigenti e ai preposti, all’adempimento degli obblighi previsti a tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro;

  • osservare le disposizioni e le istruzioni impartite dal datore di lavoro, dai dirigenti e dai preposti, ai fini della protezione collettiva ed individuale;

  • utilizzare correttamente le attrezzature di lavoro, le sostanze e le miscele pericolose, i mezzi di trasporto, nonché i dispositivi di sicurezza;

  • utilizzare in modo appropriato i dispositivi di protezione messi a loro disposizione;

  • segnalare immediatamente al datore di lavoro, al dirigente o al preposto le deficienze dei mezzi e dei dispositivi di cui alle lettere c) e d), nonché qualsiasi eventuale condizione di pericolo di cui vengano a conoscenza, adoperandosi direttamente, in caso di urgenza, nell’ambito delle proprie competenze e possibilità e fatto salvo l’obbligo di cui alla lettera f) per eliminare o ridurre le situazioni di pericolo grave e incombente, dandone notizia al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza;

  • non rimuovere o modificare senza autorizzazione i dispositivi di sicurezza o di segnalazione o di controllo;

  • non compiere di propria iniziativa operazioni o manovre che non sono di loro competenza ovvero che possono compromettere la sicurezza propria o di altri lavoratori;

  • partecipare ai programmi di formazione e di addestramento organizzati dal datore di lavoro;

  • sottoporsi ai controlli sanitari previsti dal presente decreto legislativo o comunque disposti dal medico competente.

RUOLO ATTIVO

CONTROLLI OPERATIVI PERIODICI DEI LUOGHI DI LAVORO
Il Datore di Lavoro organizza, per il tramite del proprio Referente Locale della Sicurezza ed eventualmente di altro personale appositamente individuato, l’effettuazione di controlli periodici formalizzati (attraverso la redazione e sottoscrizione di check list e/o verbale di sopralluogo) per la Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro. Ai fini dell’effettuazione di tale attività, il Settore Salute e Sicurezza mette a disposizione una procedura operativa che specifica una modalità possibile per l’effettuazione e formalizzazione di tali controlli.
Le documentazioni relative ai controlli effettuati devono rimanere agli atti della Unità Produttiva.
Il Piano di Adeguamento di cui al punto 2 deve essere aggiornato sulla base delle risultanze dei controlli periodici formalizzati, come indicato nella procedura operativa.

EFFETTUAZIONE DELLE PROVE DI EVACUAZIONE PERIODICHE DEGLI EDIFICI
I Datori di Lavoro di ciascun edificio, coordinati dal Datore di Lavoro Prevalente ai sensi dell’art. 5 comma 5 del D.R. 1457/2017, organizzano le prove di evacuazione periodiche previste (1 prova all’anno per gli edifici in cui sono presenti unicamente attività di ufficio, 1 prova ogni sei mesi in tutti gli altri casi).
Il Settore Salute e Sicurezza mette a disposizione una guida operativa e tutta la modulistica necessaria all’effettuazione delle prove.


W004.10 rev 00 del 15.12.2019

© Sapienza Università di Roma - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma - (+39) 06 49911 - CF 80209930587 PI 02133771002